Quando l'erezione è poesia

Come regolamentare la prostituzione - Roy Gigolo

Come regolamentare la prostituzione? Ho trovato il sistema giusto per regolarizzare la prostituzione, o meglio per far pagare le tasse a tutti i Sex Workers d’Italia. Per quanto riguarda questo argomento ci sono già molte proposte di legge pronte in parlamento per essere approvate. Purtroppo però nessuno sembra prendersi la responsabilità di farlo veramente. Sarà colpa dello stato che non sa decidersi, o della chiesa che non ammette questa debolezza umana, o di noi popolo di moralisti che sposiamo le vergini per poi andare a puttane, non si sa di chi sia veramente la colpa ma continuiamo a far finta di niente o a mettere la testa sotto la sabbia.

Di fatto nessuno ha saputo o sa risolvere questo vecchio e annoso problema. Io che non sono un politico ma un povero gigolo, provo a spiegare la mia proposta di legge per regolamentare la prostituzione. Oggi il 90% della prostituzione è online, infatti possiamo vederla tutti facendo una piccola ricerca su google, ci sono molti portali o siti internet dove poter mettere il proprio annuncio da escort, trans o gigolo con tanto di foto, descrizione servizi e città di appartenenza. La mia proposta è questa, prendiamo una ad una tutte queste lavoratrici del sesso o sex worker che si pubblicizzano nei maggiori portali del settore e facciamogli pagare un fisso annuo di euro 10.000.

Ovviamente ci sarà chi guadagna molto di più e chi guadagna meno ma questo non ha importanza, 10.000 euro annui per una che decide di fare questo mestiere è il minimo che può pagare, se non riesce a pagare perché sono troppi è meglio che cambi mestiere e vada a fare la commessa. Ovviamente in cambio lo stato si impegnerà a tutelare il sex worker per quanto riguarda la pensione e la malattia. Si presuppone che un sex worker iscritto ad un portale a pagamento come ce ne sono tanti va incontro a delle spese di iscrizione per apparire, quindi si deduce che guadagni altrimenti non si iscriverebbe, giusto?

Se un lavoratore del sesso decidesse di non pagare questa tassa e continuerebbe ad apparire su internet verrà automaticamente multato e cancellato dal sito in questione. Tutti i sex worker che si pubblicizzano devono pagare questa tassa. Calcoliamo che in Italia ci sono circa 80.000 prostitute, più 15.000 escort gay, trans, trav, più 5.000 gigolo, per un totale di 100.000 persone che si prostituiscono. 100.000 sex workers per 10.000 euro di tassa annuale da pagare fa 1 miliardo di euro l’anno che entrerebbero nelle casse dello stato alleggerendo di fatto le tasse dei cittadini comuni costretti a pagare molte tasse per via del debito pubblico.

E’ ovvio che non sarà così semplice da attuare, all’inizio ci saranno molti furbetti che non pagheranno continuando di fatto a fare marchette senza informare lo stato, ma questo problema lo si ha un pò in tutte le attività, non sarebbe la prima, sono molte infatti le attività che fanno del nero omettendolo. Comunque molti sex worker, soprattutto quelli che lavorano di più tipo me o molte escort e trans professioniste, firmerebbero subito questa formula per mettersi in regola e contribuire a pagare le tasse come tutti i comuni cittadini. Lo stato incasserebbe da subito milioni di euro da persone che vogliono mettersi in regola per non avere più problemi con l’agenzia delle entrate o con la finanza. Lo stato ci guadagnerebbe e potrebbe usare questo denaro per la sanità, le pensioni o abbassare le tasse.

E tu cosa ne pensi di questa proposta? Dove fa acqua? Secondo te potrebbe essere giusta? Hai un’altra idea per regolamentare la prostituzione? Scrivilo qui sotto. Grazie Roy

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

E tu cosa ne pensi di questo articolo?
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
ATTENZIONE - Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito. Grazie Roy
roy contactNon ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.