Skip to main content

Quando l'erezione è poesia

Il Blog di Roy

Ironico - Filosofico - Poetico - Cinetico - Fotografico

Accompagnatore, fidanzato in affitto, falso amante

articoloAccompagnatore, fidanzato in affitto, falso amante. Mi dedico alle donne e le rende felici, anche se per poche ore. Sono un sogno che svanisce il mattino e no, non me ne vergogno.

Sono alla guida della mia auto in un caldo pomeriggio di giugno. Mancano ancora molti chilometri per arrivare a destinazione. All’improvviso ricordi del passato riaffiorano alla mente.

Mi rivedo ragazzino insicuro, introverso, alle volte un po’ disorientato. Un fisico magro, ma scattante mi permette di entrare nella squadra di calcio del mio paese. Ho le mani grandi e robuste, il ruolo di portiere mi calza a pennello. L’allenatore è entusiasta di me e anch’io mi rendo conto di diventare con il passare dei giorni sempre più abile.

Intanto, la vita scorre lenta, piatta, priva di qualsiasi colore. Mi diplomo con fatica all’Istituto agrario e inizio a svolgere qualche lavoro saltuario: imbianchino, operaio, corriere. Se avevo poca voglia di studiare, ancora meno ne ho di lavorare. Non condivido le scelte sofferte, le rinunce e sacrifici immensi di mio padre.

Mi rifiuto di sottomettermi al destino. Voglio essere io a condurre la vita, a giocare la partita.

Mi guardo allo specchio decido di trasformarmi. Devo intervenire sul fisico magro. Accantono le partite di pallone e trascorro interi pomeriggi in palestra a pompare i muscoli. In breve tempo il corpo si modifica e a un tratto la vita prende una piega diversa. Scateno l’invidia degli amici e come in un incantesimo il ragazzino insicuro sparisce e al suo posto appare un uomo sfrontato, bello e seducente.

È il momento di voltare pagina, la vecchia esistenza sarà solo un ricordo lontano è sbiadito. Tutte le sere esco per divertirmi e rimorchiare. Le donne rappresentano per me dei trofei e ingigantiscono il mio ego. Lo specchio diventa un alleato, ci passo davanti molte ore per sottolineare i pregi e limare i difetti...

E poi quell’incontro. Alla mensa di un centro commerciale avverto che qualcuno o meglio qualcuna mi sta osservando. La vedo. Non è giovanissima e nemmeno bella ma si fa notare per il suo abbigliamento estroso e colorato. Mi siedo al tavolo, lei si avvicina. “posso sedermi al suo tavolo?” dice sorridendomi. “Certo, si accomodi“ le rispondo ricambiando il sorriso. Saltando i convenevoli arriva al punto. “Le interesserebbe lavorare in discoteca come ragazzo immagine? “.

Rimango senza parole, mi ha preso alla sprovvista. Continua a fissarmi in attesa di una risposta, poi aggiunge. “Si avvicina l’8 marzo e per questa occasione potrebbe improvvisare uno spogliarello. Puó guadagnare cifre considerevoli“.

Decido di pensarci e le lascio il numero di telefono. Ma credo di avere già deciso in quel preciso istante. Inizio con una serata di animazione, devo ballare a torso nudo su un cubo. Sono visibilmente imbarazzato, impacciato ma nello stesso tempo mi diverto e i risultati sono più che apprezzabili. Le ragazzine urlano impazzite.

Seguono altre serate, ma nutro molti dubbi nell’affrontare la fatidica data dell’8 marzo. Ormai, però, è tardi per retrocedere. Dovevo prevederlo ed essere più fiducioso... il fisico curato e definito mi regala un successo straordinario. Sopraggiungono numerose richieste, sono molto gettonato. Roberto si trasforma in Roy e mostra il suo corpo per regalare emozioni e brividi, ma ancora non so cosa la vita mi stia riservando. Lo scopro un pomeriggio. Una strana telefonata. Un’insolita richiesta.

Una voce matura di donna mi propone di interpretare una parte. “vorrei ingelosire mio marito. Lo amo tanto e sono sicura che anche lui ama me, ma ho scoperto che mi tradisce con una ragazzina di vent’anni. Sto impazzendo, devo fare il possibile per riconquistarlo“. Mi fingerò il suo amante allo scopo di ingelosire il compagno. L’azione si svolgerà in un noto locale. Aspetteremo la vittima e ci abbandoneremo alle effusioni sperando in una sua reazione. Sono davvero pazzo per accettare questo lavoro, ma il mio spirito di avventura mi spinge ad oltrepassare un confine invisibile ma elettrizzante.

Tutto si svolge come da copione. Il marito arriva puntuale al locale e ci osserva seduti sul divano a scambiarci baci e abbracci voluttuosi. Ad un certo punto ci raggiunge. I nostri occhi si incrociano, ho quasi paura per la mia incolumità. Ma il timore dura pochi secondi. Mi intenerisco nel contemplare la scena. Lui singhiozzante con il viso appoggiato sulle gambe della moglie. All’istante comprendo: la mia parte è finita. Mi alzo e guadagno l’uscita, rivolgo l’ultimo sguardo verso il divano e sorrido nel vederli abbracciati come una normale coppia di innamorati.

Assoldato per dimostrare l’amore di un uomo: resto ancora incredulo. Forse sono un folle, ma un’idea mi balza alla mente. Il giorno seguente trascorrono molte ore davanti al computer. L’intento è di scoprire se esiste una professione del tipo: Fidanzato in affitto, finto amante e così via. Dopo una ricerca accurata mi imbatto nel mondo vasto dei Gigolo e degli accompagnatori. L’idea mi sembra ancora assurda, ma decido di provarci e con la complicità di un amico webmaster apro un sito Internet. Mantengo il mio nome d’arte e sulle pagine del sito scrivo una frase che racchiude il senso del mio lavoro: “Roy è il sogno di una notte che svanisce con l’arrivo del giorno”.

Mi infervora ricoprire il ruolo dell’amante per una notte, per una manciata di ore. Arrivano i primi contatti, percepisco nelle voci timidezza disagio, d’altronde anch’io sono alle prime armi. Con il passare dei mesi affino la tecnica e la dialettica e durante la conversazione telefonica riesco a tracciare in pochi secondi il profilo della cliente. Alle volte, rimango deluso, ma poco importa, quel salto nel buio rende la situazione ancora più eccitante, intrigante. Sono pagato delle donne, non solo per una notte d’amore ma anche per portarle a cena, accompagnarle ad un ricevimento o uno spettacolo teatrale. Sono felice, questo lavoro mi appaga. Mi dedico alle donne le amo tutte anche se solamente per una sera provando a colmare, per quanto sia possibile, le carenze affettive.

I mesi volano e sono sempre più richiesto. È giunto il momento di prendere una decisione. Lascio il lavoro di rappresentante di una lavanderia industriale e investo tutto il mio tempo nella nuova redditizia attività. Sono un gigolò professionista, un accompagnatore, un fidanzato in affitto, un falso amante o qualcuno potrebbe definirmi in modo più esplicito un prostituto. Invece no si sbaglia. Io vendo semplicemente emozioni e non solo fisiche. Tra le mie clienti ci sono casalinghe annoiate, fidanzate tradite, donne in carriera che tra un appuntamento dal parrucchiere e un altro dalla manicure inseriscono anche me tra i piaceri della giornata.

Alle volte, hanno bisogno di essere ascoltate, consigliate, di essere guardate negli occhi e comprese. Io sono lì per loro le rendo protagoniste assolute della loro vita anche se per poche ore. Spesso ritornano a casa e affrontano la loro routine con maggiore consapevolezza e forse anche più sicure dei sentimenti che nutrono nei confronti del partner.

Il suono acuto di un clacson mi riporta al presente ecco, la vedo, mi sta aspettando in piazza. Mi saluta agitando la mano. Accosto accanto al marciapiede. Sale in auto, si fionda su di me mi sfiora le labbra con un bacio. “Ti andrebbe un aperitivo?” Le domando con un largo sorriso. fissa e poi annuisce con aria rilassata. Le accarezzo i capelli e riparto a tutta velocità.

Da. Confidenze, una rivista settimanale diretta al pubblico femminile.

 

Commenti 17

Ospite - Micropene il Venerdì, 21 Agosto 2020 14:18

Ti manca solo di prostituirti con uomini, e poi potrai dire di averle davvero viste (e fatte) tutte, nella vita :thumbsup:

Ti manca solo di prostituirti con uomini, e poi potrai dire di averle davvero viste (e fatte) tutte, nella vita :thumbsup:
Ospite - Anonimo il Mercoledì, 19 Agosto 2020 18:55

scusate , ma che gusto ha un gigolò?:flushed:

scusate , ma che gusto ha un gigolò?:flushed:
Ospite - Sirena il Domenica, 16 Agosto 2020 13:45

toc toc , c'è nessuno??? dopo la notte brava , dormono ancora tutti? già detto quando manca Roy , qui spariscono tutti!!!, beh! comunque buona domenica del ponte di ferragosto :blush:

toc toc , c'è nessuno??? dopo la notte brava , dormono ancora tutti? già detto quando manca Roy , qui spariscono tutti!!!, beh! comunque buona domenica del ponte di ferragosto :blush:
Ospite - Mery il Giovedì, 13 Agosto 2020 14:30

Molto bella!! Penso anche veritiera, mentre la leggevo sentivo come le sensazioni di questo percorso che ha avuto Roy! De essere molto bello e deve sentirsi fiero di se stesso x dove sta arrivando, c’è un pezzo in particolare che mi è piaciuto del l’intervista quando dice : a volte hanno bisogno di essere ascoltate .... è vero molto spesso una donna ha quel bisogno di essere capita e ascoltata , , forse più del sesso ( poi sicuramente dipende da casi e casi).. comunque BRAVO molto bella . Un bacione ...

Molto bella!! Penso anche veritiera, mentre la leggevo sentivo come le sensazioni di questo percorso che ha avuto Roy! De essere molto bello e deve sentirsi fiero di se stesso x dove sta arrivando, c’è un pezzo in particolare che mi è piaciuto del l’intervista quando dice : a volte hanno bisogno di essere ascoltate .... è vero molto spesso una donna ha quel bisogno di essere capita e ascoltata , , forse più del sesso ( poi sicuramente dipende da casi e casi).. comunque BRAVO molto bella . Un bacione ...
Ospite - Manu il Mercoledì, 12 Agosto 2020 18:16

L'incontro con la signora che propone lo spogliarello, la telefonata della signora che vuole ingelosire il marito. È un sentiero segnato chiaramente. Ma chi dice che il destino non esiste? Chiamatelo Destino, Universo, Energia Creatrice. Chiamatelo Dio. Chiamatelo Genio della Lampada, tanto è la stessa cosa. Roy voleva emergere, non voleva più essere il ragazzino smilzo che andava sempre in bianco. Forse faceva tappezzeria anche lui da ragazzino, come me. Però lui si è evoluto. Aveva un sogno e si è messo a lavorare per raggiungere quel sogno di grandezza. Non era ancora un sogno ben definito, era una bozza di intenzione, molto molto forte. Voleva emergere, essere conosciuto. Voleva apparire, essere visto. Stare sul palcoscenico. Voleva guadagnare tanti soldi con il minimo sforzo. Gli piacevano le donne. Voleva essere libero. E forse altro ancora ma insomma...non pensava di fare il gigolò. Eppure un'intelligenza superiore ha raccolto tutti questi desideri e quello che è saltato fuori è un gigolò. Perché solo facendo il gigolò probabilmente Roy può soddisfare tutti i suoi desideri ogni singolo giorno. E sentirsi felice e realizzato nella vita che ha scelto. Il destino ci propone delle opportunità, poi noi dobbiamo scegliere. Roy ha scelto ha detto sì al suo destino. Avrà avuto un po' di paura magari di non riuscire, ma ha ascoltato l'istinto, le sue intuizioni. Spesso il destino ci parla attraverso intuizioni improvvisi, incontri fortuiti.... E il mio destino, che pasticci ha fatto? Dove mi ha portata? Da nessuna parte, sono ferma, sono ferma da sempre. Forse ho desiderato nel modo sbagliato, forse non ho capito proprio cosa voleva dirmi. Forse ho opposto resistenza per paura o per orgoglio. Chi lo sa.

L'incontro con la signora che propone lo spogliarello, la telefonata della signora che vuole ingelosire il marito. È un sentiero segnato chiaramente. Ma chi dice che il destino non esiste? Chiamatelo Destino, Universo, Energia Creatrice. Chiamatelo Dio. Chiamatelo Genio della Lampada, tanto è la stessa cosa. Roy voleva emergere, non voleva più essere il ragazzino smilzo che andava sempre in bianco. Forse faceva tappezzeria anche lui da ragazzino, come me. Però lui si è evoluto. Aveva un sogno e si è messo a lavorare per raggiungere quel sogno di grandezza. Non era ancora un sogno ben definito, era una bozza di intenzione, molto molto forte. Voleva emergere, essere conosciuto. Voleva apparire, essere visto. Stare sul palcoscenico. Voleva guadagnare tanti soldi con il minimo sforzo. Gli piacevano le donne. Voleva essere libero. E forse altro ancora ma insomma...non pensava di fare il gigolò. Eppure un'intelligenza superiore ha raccolto tutti questi desideri e quello che è saltato fuori è un gigolò. Perché solo facendo il gigolò probabilmente Roy può soddisfare tutti i suoi desideri ogni singolo giorno. E sentirsi felice e realizzato nella vita che ha scelto. Il destino ci propone delle opportunità, poi noi dobbiamo scegliere. Roy ha scelto ha detto sì al suo destino. Avrà avuto un po' di paura magari di non riuscire, ma ha ascoltato l'istinto, le sue intuizioni. Spesso il destino ci parla attraverso intuizioni improvvisi, incontri fortuiti.... E il mio destino, che pasticci ha fatto? Dove mi ha portata? Da nessuna parte, sono ferma, sono ferma da sempre. Forse ho desiderato nel modo sbagliato, forse non ho capito proprio cosa voleva dirmi. Forse ho opposto resistenza per paura o per orgoglio. Chi lo sa.
Ospite - Manu il Mercoledì, 12 Agosto 2020 17:55

Mi rifiuto di sottomettermi al destino. Voglio essere io a condurre la vita, a giocare la partita. - questa è la frase di una persona decisa, che non procrastinare, che invece è capace di prendere un impegno e portarlo avanti. Una persona con una sua ferrea disciplina. Tipico dei "Vergini" per chi crede nel l'oroscopo. Molto bene.

Mi rifiuto di sottomettermi al destino. Voglio essere io a condurre la vita, a giocare la partita. - questa è la frase di una persona decisa, che non procrastinare, che invece è capace di prendere un impegno e portarlo avanti. Una persona con una sua ferrea disciplina. Tipico dei "Vergini" per chi crede nel l'oroscopo. Molto bene.
Ospite - Manu il Mercoledì, 12 Agosto 2020 17:36

Ma chi legge Confidenze a parte mia nonna? La prossima intervista su GrandHotel di fianco a quella su Padre Pio. Così arriveranno solo clienti ultra settantenni. Ma se la gerontofilia è la tua nuova frontiera, Roy... de gustibus. Una donna è sempre...un'emozione unica. Et voilà! Per il resto, cose già lette sui libri. Vecchie per alcune, nuove per le new entries. La minestra vecchia è sempre nuova per chi non la conosce. Per gli altri è solo minestra vecchia. Ma siccome qui si punta a fare nuove proselite, va bene, va bene...

Ma chi legge Confidenze a parte mia nonna? La prossima intervista su GrandHotel di fianco a quella su Padre Pio. Così arriveranno solo clienti ultra settantenni. Ma se la gerontofilia è la tua nuova frontiera, Roy... de gustibus. Una donna è sempre...un'emozione unica. Et voilà! Per il resto, cose già lette sui libri. Vecchie per alcune, nuove per le new entries. La minestra vecchia è sempre nuova per chi non la conosce. Per gli altri è solo minestra vecchia. Ma siccome qui si punta a fare nuove proselite, va bene, va bene...
Ospite - Anonimo il Mercoledì, 12 Agosto 2020 16:22

Non capisco questa intervista. Sembra un capitolo di un libro.

Non capisco questa intervista. Sembra un capitolo di un libro.
Ospite - Ciao supereroe! il Mercoledì, 12 Agosto 2020 15:04

Molto bella l'intervista,ah Roy anche mio fratello ha fatto l'istituto agrario

Molto bella l'intervista,ah Roy anche mio fratello ha fatto l'istituto agrario:)
Ospite - Anonimo il Mercoledì, 12 Agosto 2020 14:04

Solo una notte non mi basta

Solo una notte non mi basta
Ospite - Anonimo il Mercoledì, 12 Agosto 2020 10:30
Ospite - Sirena il Mercoledì, 12 Agosto 2020 16:04

Ma allora l'hai letta l'intervista....ieri sul social dicevi tutt'altro , boh! qui deve essere il problema del caldo che prende un po' tutte...ciao supereroe !!!

Ma allora l'hai letta l'intervista....ieri sul social dicevi tutt'altro , boh! qui deve essere il problema del caldo che prende un po' tutte...ciao supereroe !!!
Ospite - Ciao supereroe! il Mercoledì, 12 Agosto 2020 16:38

Ho letto qui.. Ho zummato l'articolo:joy:Ciao buon mare!

Ho letto qui.. Ho zummato l'articolo:joy:Ciao buon mare!
Ospite - Sirena il Mercoledì, 12 Agosto 2020 18:06

ciao Manu , Confidenze come altre riviste, le trovi sempre nei negozi di parrucchiere, estetiste, ecc...e se guardi bene, quelle che sfogliano le sue pagine che oltre ai soliti gossip raccontano anche...(vedi quello di ieri su Roy), sono le 40 - 50 enni....Roy ti direbbe che sono alla ricerca di un diversivo, e forse ha anche ragione...ciao sorella milanese :blush:

ciao Manu , Confidenze come altre riviste, le trovi sempre nei negozi di parrucchiere, estetiste, ecc...e se guardi bene, quelle che sfogliano le sue pagine che oltre ai soliti gossip raccontano anche...(vedi quello di ieri su Roy), sono le 40 - 50 enni....Roy ti direbbe che sono alla ricerca di un diversivo, e forse ha anche ragione...ciao sorella milanese :blush:
Ospite - Manu il Mercoledì, 12 Agosto 2020 18:24

Scusa Sirena, non volevo offendere nessuno. Io non leggo, anzi nemmeno scoglio quel tipo di riviste femminili. Nemmeno quando vado dal dentista. Dal parrucchiere ci vado una volta all'anno e dal l'estetista mai. E quando ci vado preferisco andare su YouTube. Non amo il gossip proprio per niente. Non vedo trasmissioni TV tipo Sanremo, Domenica in, Barbara D'Urso, Amici...(che Dio me ne scampi!) da anni. Non conosco nessun personaggio di spettacolo e di riviste. Calciatori, veline, conduttori TV. Per me sono sconosciuti qualsiasi se li incrocio x strada. È una mia scelta che risale più o meno agli anni '80. Non spiego i motivi qui x non allungare il commento già lungo. Ciao ciao!

Scusa Sirena, non volevo offendere nessuno. Io non leggo, anzi nemmeno scoglio quel tipo di riviste femminili. Nemmeno quando vado dal dentista. Dal parrucchiere ci vado una volta all'anno e dal l'estetista mai. E quando ci vado preferisco andare su YouTube. Non amo il gossip proprio per niente. Non vedo trasmissioni TV tipo Sanremo, Domenica in, Barbara D'Urso, Amici...(che Dio me ne scampi!) da anni. Non conosco nessun personaggio di spettacolo e di riviste. Calciatori, veline, conduttori TV. Per me sono sconosciuti qualsiasi se li incrocio x strada. È una mia scelta che risale più o meno agli anni '80. Non spiego i motivi qui x non allungare il commento già lungo. Ciao ciao!
Ospite - Anonimo il Mercoledì, 12 Agosto 2020 21:33

Ancora di più si capisce che sei strana. Asociale permalosa invidiosa gelosa,e ci credo che Roy non ti ha voluto più incontrare. È un uomo troppo intelligente per infognarsi con una come te.

Ancora di più si capisce che sei strana. Asociale permalosa invidiosa gelosa,e ci credo che Roy non ti ha voluto più incontrare. È un uomo troppo intelligente per infognarsi con una come te.
Ospite - Manu il Domenica, 16 Agosto 2020 12:06

Sì è vero, molto vero. Le donne hanno bisogno prima di qualsiasi altra cosa di essere ASCOLTATE. Purtroppo ascolta solo chi vuole lui. Forse, o magari finge di ascoltarle.

Sì è vero, molto vero. Le donne hanno bisogno prima di qualsiasi altra cosa di essere ASCOLTATE. Purtroppo ascolta solo chi vuole lui. Forse, o magari finge di ascoltarle.
Lunedì, 26 Febbraio 2024