Quando l'erezione è poesia

Gigolo durante una cavalcata di emozioni

altalenaGigolo durante una cavalcata di emozioni - Era una mattina come tante altre ed io come al solito quando non lavoro amo passare il tempo andando sull’altalena o dondolando sul cavallino a molla. Ricordo che era una giornata fredda quella mattina ma un timido sole annunciava la primavera. Nel parco non c’erano molte persone, forse per il freddo, oppure per l’ora, infatti erano le 9 e 45 e tolto qualche pensionato che si era perso e qualche badante che lo cercava il parco si presentava come un fermo immagine dove tutto era immobile o quasi.

Verso le 11 dopo un’ora e un quarto di oscillamento sull’altalena si avvicinò una mamma con il suo bambino. Una mamma provocante, vestita quasi più da entraineuse che da figura materna, nonostante il freddo lei sembrava avanti di una stagione, infatti dai pochi e leggeri vestiti che indossava sembra essere già in primavera inoltrata. Indossava un pantalone finta pelle che aderiva perfettamente come una muta nelle sue gambe mostrando un sederone ben fatto e accogliente.

Una camicetta bianca aperta fino all’ombelico dove spuntavano come montagne due seni rotondi e alti tenuti su da un reggiseno di una taglia più piccola. Capelli vaporosi e ondulati facevano da cornice ad un viso ben truccato che con labbra rosse e denti bianchi mi sorridevano avvicinandosi.

Arrivata di fronte a me la provocante mamma mi chiese sorridendomi: scusa Roy io ti conosco, siamo amici su Facebook, tra quando è possibile fare un giro? Io risposi gentilmente, anche se non ricordavo di conoscerla, che di solito oscillo per un paio d’ore ma che per il suo bambino avrei fatto un’eccezione e sarei sceso prima per recarmi sul cavallino a molla.

cavallino a mollaLei sculettando di anca mi sorrise maliziosa facendomi l’occhiolino e scrollandosi le tette, ed io rallentai per scendere dall’altalena. Poi la mamma in posizione ambigua aiutò il bambino a posizionarsi sull’altalena, gli diede una piccola spinta per farlo oscillare meglio e gli raccomandò di non muoversi da li perché la mamma sarebbe tornata subito.

Poi rivolgendosi a me che nel frattempo avevo raggiunto il cavallino a molla li vicino disse: allora Roy quanto mi costa un giro con te? Mi piacerebbe fare una bella cavalcata con il famoso Roy di cui tutti parlano. Io la guardai perplesso, stupito, enigmatico, poi guardando il cavallino a molla le dissi: ma signora, non ci regge mica in due.

E tu cosa pensi di questa storia? Credi sia vera? E se lo è perché Roy ha risposto così? Pensi sia un coglione? Quante mamme conosci così? Scrivilo qui sotto. Grazie Roy

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

E tu cosa ne pensi di questo articolo?
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
ATTENZIONE - Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito. Grazie Roy
roy contactNon ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.