Skip to main content

Quando l'erezione è poesia

Il Blog di Roy

Ironico - Filosofico - Poetico - Cinetico - Fotografico
4 minuti di lettura (820 parole)

Piacersi è una cosa che nessuno può darti (nemmeno un gigolò)

Il mio pensiero illuminante di oggi è il seguente: Tutta questa faccenda dei gigolò è una enorme stronzata. E lo dico senza paura di apparire volgare, perché ormai me ne frego. Io credo che per molte donne avvicinarsi a questo mondo sia deleterio. Ti fa perdere la fiducia in te stessa. Se ti piacevi poco, poi non ti piaci più del tutto. Tra le pagine del sito, in mezzo a donne misteriose dalle pose provocanti, luci e lustrini, storie improbabili forse troppo romanzate, di chi dice "questo gigolò mi ha salvato la vita..." non le posso vedere queste cose, non più. Mi viene da vomitare nel vero senso della parola. 

Se non hai mai avuto una vita sessuale felice, se non sei capace di provare piacere, raggiungere l'orgasmo, se il sesso per te è una delusione, mentre vorresti essere come quelle donne felici che ne raccontano meraviglie ? Ma sarà sopravvalutata la cosa? Credo proprio di sì. Voglio credere che sia così. Devo, se voglio salvarmi da ulteriore depressione. Se poi per caso "fare l'amore" (nausea solo a pensare questo termine falso e deprimente - per me, perché ne sono esclusa) da le stesse sensazioni/emozioni di un tampone vaginale dal ginecologo....beh, non fa bene frequentare un gigolò né il suo sito.

Il sito è facile immaginare perché: se non puoi condividere certe emozioni e sensazioni, se non puoi identificati nella figura di donna proposta, con tutte le caratteristiche di cui è ammantata, se tutto ciò ti fa sentire inferiore, sbagliata, diversa, indegna... non puoi sentirti parte di tutto questo. Ti senti esclusa già dentro di te nei tuoi pensieri. Ti senti tutte queste brutte sensazioni addosso e allora focalizzi la tua attenzione su questi pensieri, su queste emozioni, le quali ti portano ad agire in modo che si avverino, che ti diano conferma che è proprio così, come sentivi tu. 

Ogni tuo desiderio è un ordine. Non sono una persona che può trovarsi bene in un blog di gigolò, a causa dei confronti negativi che subiscono su me stessa e che genero io nella mia mente specchiandosi in ciò che vedo o leggo. Sia vero o no, sia tutto falso, esagerato, marketing, io non lo so e non mi importa. Questo è l'impatto che queste cose hanno su di me. E allora il sesso, qualsiasi tipo di sesso in qualsiasi forma e le relazioni umane, qualsiasi relazione, vanno evitate. Il sesso va cancellato da mente e corpo, evitato, cancellato. Non esiste. I bambini nascono sotto i cavoli, lo sanno tutti.

I rapporti...okkio, che ti frega no. I rapporti vanno calibrati fino al livello amicizia e stop. Con attenzione e la dovuta distanza emotiva. Egoismo è la parola giusta. La donna per essere felice deve essere un po' egoista, se lo siamo ci dicono che siamo delle stronze, che dobbiamo saceificarci per il bene degli altri. Ma se io non sono grata, appagata, felice, non vivo nella pienezza...se io mi sento vuota e percepiscono solo pensieri di mancanza e bisogno e insoddisfazione, come molte donne che si rivolge a un gigolò, non potrò mai dare niente agli altri, perché non avrò niente da dare.

E un gigolò non può farci niente, non può darti niente. Nessuno può aiutare una persona a smettere di fumare o drogarsi se non è lei a decidere di voler cambiare, se non sente abbastanza amore per se stessa e per la vita da voler cambiare. 

Amare se stessi è secondo me una delle cose più difficili del mondo. Io non ci riesco, non come vorrei. Non mi piaccio abbastanza. Ho scoperto che sono ingrassata e peso 69 kg. Delusione al cubo. Non vado più in palestra dal marzo scorso. A casa faccio poco perché mi scazzo. Mangio perché mi piace (non togliwtemi anche quello). Ed ecco la mia ricompensa. Dovrò saltare la cena x una settimana, dimezzare le porzioni e cercare di muovermi di più. Con lo smart working non mi muovo e non socializzò. Però sono grata che ho un lavoro. I n lavoro mal organizzato e mal pagato, niente funziona, è demotivante. Però c'è e sono grata perché tante persone darebbero oro per essere al mio posto, che un lavoro non ce l'hanno.

E così tante cose. Bisogna cercare di guardare quello che abbiamo. Mi voglio focalizzare sul mio peso ideale di 60/63 kg. Ho deciso che deve essere quello. Devo perdere almeno 6 kg il prima possibile. Proverò a immaginari già come sarei se fossi 63 kg e mi si vedessero un po' gli addominali. Non con la panza a palloncino che ho adesso. Che schifo che mi fa. Voglio pensare di non averla. 

E anche la ciccia attorno ai fianchi. Però ringrazio di avere un corpo sano. Mi devo allenare in questa cosa...è faticoso. Ok il cellulare si è caricato abbastanza posso provare i miei video esercizi di HIIT così per stramazzare ansimante e sudata sul tappetino...non è un film porno, se cercate quello cambiate canale.

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Lunedì, 15 Luglio 2024