Skip to main content

Quando l'erezione è poesia

Il Blog di Roy

Ironico - Filosofico - Poetico - Cinetico - Fotografico

Emancipazione femminile e Gigolo

Questo post è rivolto a tutte le donne che sono uscite con me disposte a farsi intervistare in un documentario per dare un contributo reale della vostra esperienza e parlare del tema dell'emancipazione femminile.

Documentario gigoloSono stato contattato da una regista italotedesca per collaborare alla realizzazione di un documentario che parla di emancipazione femminile. All'interno di questo documentario si parlerà anche di gigolo e del perché le donne si rivolgono ad un uomo a pagamento.

Mi è stato chiesto di trovare donne che sono uscite con me che in assoluto anonimato vogliono raccontare le loro storie. Le motivazioni che vi hanno spinto a pagare un uomo e come avete vissuto questa esperienza.

Se vuoi partecipare a questa iniziativa scrivimi in privato per saperne di più. Ci tengo a precisare che si tratta di una produzione molto seria e che la regista è molto attenta e sensibile alla questione della privacy. Non verranno in nessun modo divulgate notizie che possano rendere riconoscibili le donne che daranno la loro disponibilità.

Potrete dire la vostra e una volta ogni tanto sfatare tanti pregiudizi che circondano le donne che fanno questa scelta.

Grazie Roy

 

Commenti 124

Guest - A. S. il Domenica, 05 Aprile 2015 21:43

Non so se questo tuo post è un pesce d'aprile o no, ma io ti sono grata per quello che fai e per come lo fai! Ci siamo incontrati due volte e non escludo che possa accadere ancora! Per me sei stato un partner surrogato e mi hai aiutato. Anche se sei un maschio alfissimo spigoloso e brusco, sai anche essere molto paziente e di questo ti sono grata. Bacetto!

Non so se questo tuo post è un pesce d'aprile o no, ma io ti sono grata per quello che fai e per come lo fai! Ci siamo incontrati due volte e non escludo che possa accadere ancora! Per me sei stato un partner surrogato e mi hai aiutato. Anche se sei un maschio alfissimo spigoloso e brusco, sai anche essere molto paziente e di questo ti sono grata. Bacetto!
Guest - giada il Sabato, 04 Aprile 2015 23:56

Comunque bel pesce d'aprile!!! E ti ho anche mandato mail perché letto due giorni dopo! Grazie Roy

Comunque bel pesce d'aprile!!! E ti ho anche mandato mail perché letto due giorni dopo! Grazie Roy
Guest - roby il Venerdì, 03 Aprile 2015 11:52

Buon giorno Roy. Pasqua di lavoro o relax? Cmq sia Buon week end :kissing_closed_eyes:

Buon giorno Roy. Pasqua di lavoro o relax? Cmq sia Buon week end :kissing_closed_eyes:
Guest - Manu il Venerdì, 03 Aprile 2015 11:03

Cara Anonima, tiri in ballo anche mia madre?
Mia madre è stata stuprata quando era ancora una ragazzina e non sapeva nemmeno come fosse fatto un uomo. Forse per questo non mi ha insegnato a "divertirmi", come dici tu. Anzi...
Ho capito che disprezzi il mio mondo e disprezzi me, ma gradirei che invece di continuare a stuzzicarmi, denigrarmi e attaccarmi deliberatamente si ritornasse all'argomento del post che è l'emancipazione femminile e la raccolta di adesioni all'intervista proposta da Roy.
Grazie e Buona Pasqua a tutti/e 

Cara Anonima, tiri in ballo anche mia madre? Mia madre è stata stuprata quando era ancora una ragazzina e non sapeva nemmeno come fosse fatto un uomo. Forse per questo non mi ha insegnato a "divertirmi", come dici tu. Anzi... Ho capito che disprezzi il mio mondo e disprezzi me, ma gradirei che invece di continuare a stuzzicarmi, denigrarmi e attaccarmi deliberatamente si ritornasse all'argomento del post che è l'emancipazione femminile e la raccolta di adesioni all'intervista proposta da Roy. Grazie e Buona Pasqua a tutti/e 
Guest - Mimma il Venerdì, 03 Aprile 2015 09:10

Cara "persona anonima" ..non ti interessa cosa dico? Contraddizione per l'ennesima volta. Te li sei letti tutti i miei commenti e ti sono partite le glorie spesso e volentieri, tanto che come una "emme" adesiva sei sempre stata incollata al mio deretan plebeo. Tu pensi di aver variato nei tuoi commenti? Più che denigrazioni, sfottò e parolacce indirizzate ad altre, seduta sul tuo trono a forma di water ripieno, non hai fatto. TIRA FUORI LE GLORIE, AL POSTO DI GIOCARE A NASCONDINO TRA I VARI ANONIMI, E' DATTI UN NOME CHE IDENTIFICHI IL TUO SESSO ED IL DECENNIO D'ETA' A CUI APPARTIENI. L'anonimato per privacy e sicurezza lo posso comprendere ...ma il tuo gioco sa tanto di persona molto ma molto più insicura, delle eventuali donne "insicure nei rapporti con l'altro sesso" ... che possono rivolgersi ad un gigolò (come dichiarato  da Roberto). Per quanto concerne la sessualità ...da sempre, da millenni ...i gusti sono sempre stati vari ed entrambi i sessi vi hanno dato dentro come ricci (alla faccia delle religioni/della morale/degli usi del momento). Quello che viene proposto ora non è nulla di nuovo....visto rivisto e stravisto. E' una "emancipazione" del bucio questa di cui si parla qui, qui a mio avviso si parla solo della regolarizzazione statale di un prodotto consumistico già esistente e che ora si vuol far diventare UNO STATUS ED UNA MODA. (Fino a ieri al maschio veniva dato dello sfigato, perché emarginato da donne con potere decisionale di scelta,  per l'utilizzo di prostitute). Hai il patetico e limitativo preconcetto di dire che Manu, siccome è arrivata alla mezza età, si lagna solo a causa di Mammà che non gli ha insegnato a divertirsi? Come se la gratificazione umana si limitasse e racchiudesse unicamente in un SCOPATA, perché il messaggio che è spesso girato su questo blog è ...la donna è frustrata perché non gode sessualmente.  Parli del sesso femminile come dell'unico indottrinato. Ed il sesso maschile dove lo metti? .....OOOOO SIIIII fortunatelli!!! Loro sono sempre stati molto liberali ed emancipati sull'utilizzo del loro "PICCHIO" (infatti l'hanno utilizzato ed infilato in tutti i buchi possibili, ed i pronto soccorsi ne sanno qualcosa)....ma il cervello nella media (ed i fatti di cronaca ne sono una costante prova e dato di fatto)....non è che sia molto liberale ed emancipato. Inoltre è sorto un grosso problema per loro.....il mondo femminile si è stufato di essere unicamente il vespasiano, senza nessun tornaconto di piacere, "dell'urgenza" maschile e questo ha destabilizzato alla grande "l'io"  maschile troppo appoggiato sul "rigor mortis" e troppo abituato a non subire "il rifiuto". L'accettazione del RIFIUTO.. questa sarebbe una grossa emancipazione da parte del mondo maschile. Questa emancipazione deve partire dalla base ...dall'infanzia....Madre e Padre devono cooperare ad insegnare il rispetto delle diversità/sensibilità dell'altro sesso (quando capitano deprecabili fatti di cronaca senti il genitore affermare "ma è stata una ragazzata, ops non conoscevo mio figlio, ma non è colpa sua è stato sicuramente trascinato". Comoda affermare tronfi "chi se ne frega se un uomo pensa che sono una puttana se io sono convinta della mia scelta di libertà sessuale nella gestione del mio corpo" ......e no! questo termine da sempre indica una persona "DISPONIBILE a richiesta". Se un uomo ha di me quest'idea ........con la media dei cervelletti che ci sono in giro......mi ritroverei quintuplicato il codazzo di affamati dietro il sedere. Quando ti ritrovi a dire di NO/STOP  ad un uomo mal-educato (e ce ne sono a iosa ed in continuo aumento) ....i problemi ci sono ....eccome se ci sono....arrivano le minacce  e per le meno fortunate il peggio. Di sicuro non è contabilizzando commercialmente e statalmente  il "rapporto sessuale" che si risolverà il problema ....non è dicendo alle donne di essere più libertine e disponibili sessualmente che tutti saranno gratificati nei genitali, perché il discorso del libero arbitrio che porta una donna a dire SI ad uno e NO ad altri ...dalla media degli  uomini non è accettato! Poi sarebbe meglio che la parte maschile ...più che sulla quantità di vagine traforate si applicasse meglio sulla "qualità" di quanto offrono sia fisicamente che intellettivamente. In caso contrario il destino del rapporto tra i due sessi sarà veramente un definitivo contratto commerciale ...DARE/AVERE ...con un tariffario basato su una "certificazione" del valore abbinato a quella determinata persona. Vediamo....io altezza 1,60 -  peso 53 -  età 50  - 3 buchi - Q.I. da verificarsi...quanto varrò sul mercato del sesso commercializzato? Poco o niente!!!!! Ma l'infoiato di turno ....se vai gratis ....lo trovi!!!

Cara "persona anonima" ..non ti interessa cosa dico? Contraddizione per l'ennesima volta. Te li sei letti tutti i miei commenti e ti sono partite le glorie spesso e volentieri, tanto che come una "emme" adesiva sei sempre stata incollata al mio deretan plebeo. Tu pensi di aver variato nei tuoi commenti? Più che denigrazioni, sfottò e parolacce indirizzate ad altre, seduta sul tuo trono a forma di water ripieno, non hai fatto. TIRA FUORI LE GLORIE, AL POSTO DI GIOCARE A NASCONDINO TRA I VARI ANONIMI, E' DATTI UN NOME CHE IDENTIFICHI IL TUO SESSO ED IL DECENNIO D'ETA' A CUI APPARTIENI. L'anonimato per privacy e sicurezza lo posso comprendere ...ma il tuo gioco sa tanto di persona molto ma molto più insicura, delle eventuali donne "insicure nei rapporti con l'altro sesso" ... che possono rivolgersi ad un gigolò (come dichiarato  da Roberto). Per quanto concerne la sessualità ...da sempre, da millenni ...i gusti sono sempre stati vari ed entrambi i sessi vi hanno dato dentro come ricci (alla faccia delle religioni/della morale/degli usi del momento). Quello che viene proposto ora non è nulla di nuovo....visto rivisto e stravisto. E' una "emancipazione" del bucio questa di cui si parla qui, qui a mio avviso si parla solo della regolarizzazione statale di un prodotto consumistico già esistente e che ora si vuol far diventare UNO STATUS ED UNA MODA. (Fino a ieri al maschio veniva dato dello sfigato, perché emarginato da donne con potere decisionale di scelta,  per l'utilizzo di prostitute). Hai il patetico e limitativo preconcetto di dire che Manu, siccome è arrivata alla mezza età, si lagna solo a causa di Mammà che non gli ha insegnato a divertirsi? Come se la gratificazione umana si limitasse e racchiudesse unicamente in un SCOPATA, perché il messaggio che è spesso girato su questo blog è ...la donna è frustrata perché non gode sessualmente.  Parli del sesso femminile come dell'unico indottrinato. Ed il sesso maschile dove lo metti? .....OOOOO SIIIII fortunatelli!!! Loro sono sempre stati molto liberali ed emancipati sull'utilizzo del loro "PICCHIO" (infatti l'hanno utilizzato ed infilato in tutti i buchi possibili, ed i pronto soccorsi ne sanno qualcosa)....ma il cervello nella media (ed i fatti di cronaca ne sono una costante prova e dato di fatto)....non è che sia molto liberale ed emancipato. Inoltre è sorto un grosso problema per loro.....il mondo femminile si è stufato di essere unicamente il vespasiano, senza nessun tornaconto di piacere, "dell'urgenza" maschile e questo ha destabilizzato alla grande "l'io"  maschile troppo appoggiato sul "rigor mortis" e troppo abituato a non subire "il rifiuto". L'accettazione del RIFIUTO.. questa sarebbe una grossa emancipazione da parte del mondo maschile. Questa emancipazione deve partire dalla base ...dall'infanzia....Madre e Padre devono cooperare ad insegnare il rispetto delle diversità/sensibilità dell'altro sesso (quando capitano deprecabili fatti di cronaca senti il genitore affermare "ma è stata una ragazzata, ops non conoscevo mio figlio, ma non è colpa sua è stato sicuramente trascinato". Comoda affermare tronfi "chi se ne frega se un uomo pensa che sono una puttana se io sono convinta della mia scelta di libertà sessuale nella gestione del mio corpo" ......e no! questo termine da sempre indica una persona "DISPONIBILE a richiesta". Se un uomo ha di me quest'idea ........con la media dei cervelletti che ci sono in giro......mi ritroverei quintuplicato il codazzo di affamati dietro il sedere. Quando ti ritrovi a dire di NO/STOP  ad un uomo mal-educato (e ce ne sono a iosa ed in continuo aumento) ....i problemi ci sono ....eccome se ci sono....arrivano le minacce  e per le meno fortunate il peggio. Di sicuro non è contabilizzando commercialmente e statalmente  il "rapporto sessuale" che si risolverà il problema ....non è dicendo alle donne di essere più libertine e disponibili sessualmente che tutti saranno gratificati nei genitali, perché il discorso del libero arbitrio che porta una donna a dire SI ad uno e NO ad altri ...dalla media degli  uomini non è accettato! Poi sarebbe meglio che la parte maschile ...più che sulla quantità di vagine traforate si applicasse meglio sulla "qualità" di quanto offrono sia fisicamente che intellettivamente. In caso contrario il destino del rapporto tra i due sessi sarà veramente un definitivo contratto commerciale ...DARE/AVERE ...con un tariffario basato su una "certificazione" del valore abbinato a quella determinata persona. Vediamo....io altezza 1,60 -  peso 53 -  età 50  - 3 buchi - Q.I. da verificarsi...quanto varrò sul mercato del sesso commercializzato? Poco o niente!!!!! Ma l'infoiato di turno ....se vai gratis ....lo trovi!!!
Guest - stella il Venerdì, 03 Aprile 2015 07:53

Ciao Roy una serena Pasqua di pace nel cuore,uomo speciale e unico.

Ciao Roy una serena Pasqua di pace nel cuore,uomo speciale e unico.
Guest - Susy il Giovedì, 02 Aprile 2015 20:40

Buona pasqua Roy 

Buona pasqua Roy 
Guest - roby il Giovedì, 02 Aprile 2015 19:32

No anonima io lo chiamo stato italiano del cazzo. L'emancipazione sarebbe dare la pena di morte a questi schifosi....

No anonima io lo chiamo stato italiano del cazzo. L'emancipazione sarebbe dare la pena di morte a questi schifosi....
Guest - anonima il Giovedì, 02 Aprile 2015 18:28

Come la chiami tutte le donne che stanno ammazzando emancipazione? 

Come la chiami tutte le donne che stanno ammazzando emancipazione? 
Guest - roby il Giovedì, 02 Aprile 2015 17:58

:disappointed: Troppo pochi.... purtroppo 

:disappointed: Troppo pochi.... purtroppo 
Guest - Rosalinda il Giovedì, 02 Aprile 2015 15:37

Domanda diretta alle commentatrici del blog, ovvio per chi vuole rispondere. Ma con quanti uomini avete scopato nella vostra vita? 

Domanda diretta alle commentatrici del blog, ovvio per chi vuole rispondere. Ma con quanti uomini avete scopato nella vostra vita? 
Guest - Donatella il Giovedì, 02 Aprile 2015 11:52

Chi sono gli altri per giudicare?

Chi sono gli altri per giudicare?
Guest - Mimma il Giovedì, 02 Aprile 2015 10:02

Che dolci ...ognuna di voi ha detto delle verità...perché la verità non è mai unica. Tra la verità e la menzogna esistono tante sfumature. Ciò che è vero per ognuna di noi è basato sulle nostre convinzioni ...su ciò in cui crediamo e di cui abbiamo avuto esperienza. Di sicuro la vera libertà ed emancipazione sta nella possibilità di utilizzare di volta in volta la scelta giusta ....per noi. E per farlo bisogna ogni volta affidarsi all'istinto unito alla logica, guardando la strada da percorrere da tutti i punti di vista...al fine di non trovarsi in mezzo al percorso disilluse, stanche e senza entusiasmo. Il lamento va sostituito subito dopo dall'azione...studiata, mirata e che non sia troppo controproducente. La nostra autostima non va costruita sull'accettazione nostra da parte del prossimo, di appartenere ad uno status imposto dalla moda o dal potere di acquisto....perché ci sarà sempre qualcuno che, per frustrazione o arroganza, ti guarderà dall'alto in basso. Togliere potere ai pensieri negativi, pensieri negativi che ci vengono quotidianamente inculcati su più fronti, è la vera impresa di ogni giorno. Per l'essere umano è più facile credere in ciò che fa paura e che dà frustrazione piuttosto che credere in ciò che dà piacere e felicità......perché da sempre è la paura/dolore/frustrazione/rabbia/gelosia/invidia/sangue che viene instillato. Di sicuro è dalle basi che bisogna partire.....finché i due sessi verranno educati con gli stereotipi imposti da millenni ...ci saranno sempre donne sognatrici del principe azzurro ed uomini ricercatori della bambola porno ubbidiente (se poi è disposta a pagare per fare...a questo punto forse sono loro che si emancipano  dopo anni di esborso maschile) . Purtroppo mentre i genitori sono distratti e stressati dal lavoro per portare a casa il pane .....la catena commerciale continua a lavorare sempre di più su determinati stereotipi al fine di creare/mantenere dipendenze mentali che aumenteranno IL LORO ....potere di acquisto. Lo stanno  facendo sui bambini, programmano i loro indifesi cervelli e li stanno portando ad essere futuri pecoroni ossessionati da desideri che.....senza grosse possibilità monetarie......creerà loro solo grande frustrazione. Il sesso ....con tutte le sue implicazioni religiose/moralistiche/emotive/psichiche/istintive ....è quello su cui lavorano maggiormente e che crea una grossa movimentazione di denaro. MANU l'importante è che non ti rifiuti TU ...perché TU sei la persona più importante per te stessa. E se nonostante le varie vicissitudini, che puoi avere passato, sei ancora qui a parlarne, a gridarlo ed a combattere ....VUOL DIRE CHE SEI UNA PERSONA FORTE ...PIU' FORTE DI QUELLO CHE PENSI. Ed un domani, ma già adesso, questa forza potrà essere di aiuto ad altri. Il potere dei soldi è importante per la sopravvivenza ....tutto il resto è sfizio/banalità veramente di poco conto. 

Che dolci ...ognuna di voi ha detto delle verità...perché la verità non è mai unica. Tra la verità e la menzogna esistono tante sfumature. Ciò che è vero per ognuna di noi è basato sulle nostre convinzioni ...su ciò in cui crediamo e di cui abbiamo avuto esperienza. Di sicuro la vera libertà ed emancipazione sta nella possibilità di utilizzare di volta in volta la scelta giusta ....per noi. E per farlo bisogna ogni volta affidarsi all'istinto unito alla logica, guardando la strada da percorrere da tutti i punti di vista...al fine di non trovarsi in mezzo al percorso disilluse, stanche e senza entusiasmo. Il lamento va sostituito subito dopo dall'azione...studiata, mirata e che non sia troppo controproducente. La nostra autostima non va costruita sull'accettazione nostra da parte del prossimo, di appartenere ad uno status imposto dalla moda o dal potere di acquisto....perché ci sarà sempre qualcuno che, per frustrazione o arroganza, ti guarderà dall'alto in basso. Togliere potere ai pensieri negativi, pensieri negativi che ci vengono quotidianamente inculcati su più fronti, è la vera impresa di ogni giorno. Per l'essere umano è più facile credere in ciò che fa paura e che dà frustrazione piuttosto che credere in ciò che dà piacere e felicità......perché da sempre è la paura/dolore/frustrazione/rabbia/gelosia/invidia/sangue che viene instillato. Di sicuro è dalle basi che bisogna partire.....finché i due sessi verranno educati con gli stereotipi imposti da millenni ...ci saranno sempre donne sognatrici del principe azzurro ed uomini ricercatori della bambola porno ubbidiente (se poi è disposta a pagare per fare...a questo punto forse sono loro che si emancipano  dopo anni di esborso maschile) . Purtroppo mentre i genitori sono distratti e stressati dal lavoro per portare a casa il pane .....la catena commerciale continua a lavorare sempre di più su determinati stereotipi al fine di creare/mantenere dipendenze mentali che aumenteranno IL LORO ....potere di acquisto. Lo stanno  facendo sui bambini, programmano i loro indifesi cervelli e li stanno portando ad essere futuri pecoroni ossessionati da desideri che.....senza grosse possibilità monetarie......creerà loro solo grande frustrazione. Il sesso ....con tutte le sue implicazioni religiose/moralistiche/emotive/psichiche/istintive ....è quello su cui lavorano maggiormente e che crea una grossa movimentazione di denaro. MANU l'importante è che non ti rifiuti TU ...perché TU sei la persona più importante per te stessa. E se nonostante le varie vicissitudini, che puoi avere passato, sei ancora qui a parlarne, a gridarlo ed a combattere ....VUOL DIRE CHE SEI UNA PERSONA FORTE ...PIU' FORTE DI QUELLO CHE PENSI. Ed un domani, ma già adesso, questa forza potrà essere di aiuto ad altri. Il potere dei soldi è importante per la sopravvivenza ....tutto il resto è sfizio/banalità veramente di poco conto. 
Guest - arcobaleno il Giovedì, 02 Aprile 2015 01:22

L'emancipazione è LIBERTA'. La libertà di seguire la propria natura e di realizzare se stessi. La liberta' e il coraggio di soddisfare i  propri bisogni (il sesso e' uno dei bisogni fondamentali dell'essere umano, uomo o donna che siano). La libertà di percorrere il proprio cammino con consapevolezza, in tutte le sfumature dei colori della vita, da quelli più freddi( l'indaco e il viola) che ci hanno fatto sperimentare la solitudine, l'abbandono e la malattia, a quelli più caldi( il giallo, l'arancio e il rosso) che ci hanno regalato la gioia, l'amicizia e l'amore. Ciò che apparentemente è ingiusto o sbagliato nasconde verità più profonde e ci fa trovare la strada migliore per continuare ad imparare sempre piu' su noi stessi e ad evolverci. Non ci trovo nulla di male a pagare un uomo per fare sesso, se questo è veramente quello che vogliamo. Anzi credo che ci voglia anche un bel po' di coraggio! Ci sono molte donne sole e depresse, ingabbiate in ruoli che non le appartengono, soggiogate da condizionamenti maschilisti, bigotti ed egoistici falsamente mascherati dalla parola amore che nulla ha a che fare con l'amore vero. E, con questo, ritorno da dove sono partita... perché anche l'amore, come l' emancipazione,  è LIBERT

L'emancipazione è LIBERTA'. La libertà di seguire la propria natura e di realizzare se stessi. La liberta' e il coraggio di soddisfare i  propri bisogni (il sesso e' uno dei bisogni fondamentali dell'essere umano, uomo o donna che siano). La libertà di percorrere il proprio cammino con consapevolezza, in tutte le sfumature dei colori della vita, da quelli più freddi( l'indaco e il viola) che ci hanno fatto sperimentare la solitudine, l'abbandono e la malattia, a quelli più caldi( il giallo, l'arancio e il rosso) che ci hanno regalato la gioia, l'amicizia e l'amore. Ciò che apparentemente è ingiusto o sbagliato nasconde verità più profonde e ci fa trovare la strada migliore per continuare ad imparare sempre piu' su noi stessi e ad evolverci. Non ci trovo nulla di male a pagare un uomo per fare sesso, se questo è veramente quello che vogliamo. Anzi credo che ci voglia anche un bel po' di coraggio! Ci sono molte donne sole e depresse, ingabbiate in ruoli che non le appartengono, soggiogate da condizionamenti maschilisti, bigotti ed egoistici falsamente mascherati dalla parola amore che nulla ha a che fare con l'amore vero. E, con questo, ritorno da dove sono partita... perché anche l'amore, come l' emancipazione,  è LIBERT
Guest - Margherita il Mercoledì, 01 Aprile 2015 23:04

Ognuno deve essere libero di cercare il piacere come crede nel rispetto dell'alterità e capace di accrescere il senso di pienezza fisica e mentale delle persone coinvolte :relaxed:

Ognuno deve essere libero di cercare il piacere come crede nel rispetto dell'alterità e capace di accrescere il senso di pienezza fisica e mentale delle persone coinvolte :relaxed:
Guest - fra il Mercoledì, 01 Aprile 2015 22:28

Con il potere d 'acquisto ,si certo,è più semplice e immediato fare ciò che si vuole,ma non rende certo l uomo -donna più o meno emancipato.
L emancipazione sta (per me ovvio), nel percorrere la propria strada,e non la più semplice, la più adatta,la più comoda, o quella capitata, ma quella SCELTA, dopo essersi spogliati o ripuliti, da tutti i retrogusti (familiari,sociali,religiosi),e percorrerla parallelamente insieme a leggi universali di vita.
Quindi,emancipazione,è anche uscire con un uomo a pagamento, non perché non si hanno altre possibilità (in quel caso sarebbe quasi essere costrette a farlo),ma pur avendo  altre possibilità ,scegliere Roy.E farlo serenamente.

Con il potere d 'acquisto ,si certo,è più semplice e immediato fare ciò che si vuole,ma non rende certo l uomo -donna più o meno emancipato. L emancipazione sta (per me ovvio), nel percorrere la propria strada,e non la più semplice, la più adatta,la più comoda, o quella capitata, ma quella SCELTA, dopo essersi spogliati o ripuliti, da tutti i retrogusti (familiari,sociali,religiosi),e percorrerla parallelamente insieme a leggi universali di vita. Quindi,emancipazione,è anche uscire con un uomo a pagamento, non perché non si hanno altre possibilità (in quel caso sarebbe quasi essere costrette a farlo),ma pur avendo  altre possibilità ,scegliere Roy.E farlo serenamente.
Guest - Lucy il Mercoledì, 01 Aprile 2015 22:26

Ma quali emancipate....usciamo con Roy e ce ne innamoriamo perdutamente..,.se fossimo emancipate usciremmo con lui, ci faremmo una bella scopata di quelle con i controfiocchi (il ragazzo merita...) e ce ne torneremmo a casa belle serene e col sorriso, come fanno gli uomini che vanno con le escort. Niente messaggini, WHATSAPP o cazzate varie... E invece alzi la mano chi non è rimasta rapita da tanta dolcezza e forza racchiuse in 90 kg di muscoli...e il tutto corredato di un gran cervello. Non siamo emancipate...ma va bene così...meglio essere donne 

Ma quali emancipate....usciamo con Roy e ce ne innamoriamo perdutamente..,.se fossimo emancipate usciremmo con lui, ci faremmo una bella scopata di quelle con i controfiocchi (il ragazzo merita...) e ce ne torneremmo a casa belle serene e col sorriso, come fanno gli uomini che vanno con le escort. Niente messaggini, WHATSAPP o cazzate varie... E invece alzi la mano chi non è rimasta rapita da tanta dolcezza e forza racchiuse in 90 kg di muscoli...e il tutto corredato di un gran cervello. Non siamo emancipate...ma va bene così...meglio essere donne 
Guest - Manu il Mercoledì, 01 Aprile 2015 20:21

Mi dispiace, ma sono d'accordo con Mimma.

Nell'antichità esistevano anche società matriarcali in cui era la donna ad avere un maggior potere, anche dal punto di vista sessuale.
Successivamente le donne sono state classificate come il "sesso debole" e sottomesse ai voleri dell'uomo, padre e poi marito. L'uomo doveva tramandare il proprio patrimonio genetico, e voleva avere la certezza che i figli che allevava fossero i propri e per questo aveva la necessità di legare a sè una donna in modo permanente. Per questo è nata l'istutuzione del matrimonio, che poi è stata infiocchettata con fiori e cuoricini e ci è stata venduta come la favoletta dell'amore perenne. Una volta molti matrimoni erano solo contratti tra famiglie in cui si vendevano le spose come oggetti adibiti alla procreazione in cambio di legami vantaggiosi, soldi e potere. In alcuni paesi del mondo succede ancora.
Nel corso dei secoli alla società e alle religioni ha fatto comodo relegare la donna accanto al focolare, considerarla un essere inferiore, negarle molti dei diritti che erano riconosciuti invece all'uomo (tra cui la libertà sessuale e il diritto di provare piacere), l'hanno soffocata sotto una valanga di tabù. Di strada verso l'emancipazione ne è stata fatta ma penso che ne rimanga ancora molta da fare. 
Che oggi il denaro possa comprare molte cose a cui chi non ne possiede deve rinunciare è una grande verità, ed è anche una profonda ingiustizia, e io non accetto le ingiustizie. Quindi ne prendo atto ma per me è e resterà sempre un'ingiustizia. Non capirò mai perchè ci sono donne che nascono in paesi poveri dove vengono represse e addirittura subiscono violenze e mutilazioni sessuali (vedi l'infibulazione) allo scopo di evitare che possano provare piacere durante l'atto sessuale, e poi ci sono donne che nascono in Occidente, ricche e viziate, si sottopongono ad interventi di chirurgia plastica, comprano vestiti costosi, spendono cifre allucinanti in capricci di ogni genere, magari si pagano i servizi di un gigolo una settimana sì e l'altra no, non hanno nessun tabù e si vivono la loro sessualità liberamente. Non è una cosa ingiusta? Meglio che non ci pensi perchè già sento che mi viene mal di stomaco dalla rabbia.
Che forse una donna che la sorte ha fatto nascere in un paese povero e sottosviluppato non abbia gli stessi diritti della ricca donna  occidentale? Non sono di base donne entrambe? Non hanno entrambe le stesse necessità? Bene, l'unica consolazione per la donna povera e la sua salvezza, è rimanere nell'ignoranza, non conoscere, non sapere ciò che le viene negato. Per fortuna in questo modo anche lei riesce a ritagliarsi un po' di felicità, ogni tanto.
Per fortuna la felicità e l'amore sono cose che il denaro non può comprare, così come il rispetto e la stima di se stessi.

Mi dispiace, ma sono d'accordo con Mimma. Nell'antichità esistevano anche società matriarcali in cui era la donna ad avere un maggior potere, anche dal punto di vista sessuale. Successivamente le donne sono state classificate come il "sesso debole" e sottomesse ai voleri dell'uomo, padre e poi marito. L'uomo doveva tramandare il proprio patrimonio genetico, e voleva avere la certezza che i figli che allevava fossero i propri e per questo aveva la necessità di legare a sè una donna in modo permanente. Per questo è nata l'istutuzione del matrimonio, che poi è stata infiocchettata con fiori e cuoricini e ci è stata venduta come la favoletta dell'amore perenne. Una volta molti matrimoni erano solo contratti tra famiglie in cui si vendevano le spose come oggetti adibiti alla procreazione in cambio di legami vantaggiosi, soldi e potere. In alcuni paesi del mondo succede ancora. Nel corso dei secoli alla società e alle religioni ha fatto comodo relegare la donna accanto al focolare, considerarla un essere inferiore, negarle molti dei diritti che erano riconosciuti invece all'uomo (tra cui la libertà sessuale e il diritto di provare piacere), l'hanno soffocata sotto una valanga di tabù. Di strada verso l'emancipazione ne è stata fatta ma penso che ne rimanga ancora molta da fare.  Che oggi il denaro possa comprare molte cose a cui chi non ne possiede deve rinunciare è una grande verità, ed è anche una profonda ingiustizia, e io non accetto le ingiustizie. Quindi ne prendo atto ma per me è e resterà sempre un'ingiustizia. Non capirò mai perchè ci sono donne che nascono in paesi poveri dove vengono represse e addirittura subiscono violenze e mutilazioni sessuali (vedi l'infibulazione) allo scopo di evitare che possano provare piacere durante l'atto sessuale, e poi ci sono donne che nascono in Occidente, ricche e viziate, si sottopongono ad interventi di chirurgia plastica, comprano vestiti costosi, spendono cifre allucinanti in capricci di ogni genere, magari si pagano i servizi di un gigolo una settimana sì e l'altra no, non hanno nessun tabù e si vivono la loro sessualità liberamente. Non è una cosa ingiusta? Meglio che non ci pensi perchè già sento che mi viene mal di stomaco dalla rabbia. Che forse una donna che la sorte ha fatto nascere in un paese povero e sottosviluppato non abbia gli stessi diritti della ricca donna  occidentale? Non sono di base donne entrambe? Non hanno entrambe le stesse necessità? Bene, l'unica consolazione per la donna povera e la sua salvezza, è rimanere nell'ignoranza, non conoscere, non sapere ciò che le viene negato. Per fortuna in questo modo anche lei riesce a ritagliarsi un po' di felicità, ogni tanto. Per fortuna la felicità e l'amore sono cose che il denaro non può comprare, così come il rispetto e la stima di se stessi.
Guest - INGLE il Mercoledì, 01 Aprile 2015 19:24

NON è EMANCIPAZIONE MA IL CORAGGIO DI FARE CIò CHE L'UOMO HA SEMPRE FATTO COME DIRITTO SOLO LORO COME SE GLI ISTINTI LI HANNO SOLO LORO ,E SE POI CI SONO DONNE CHE PASSANO INORSERVATE DA COLUI CHE NEMMENO LE CALCOLA ,LA SOLITUDINE ,AVERE CIò CHE DALLA VITA NON HANNO MAI AVUTO SENTIRSI AMATE ANCHE SE A PAGAMENTO A LORO SI OFFRE L'OPPUTUNITà DI UN UOMO COME TE CHE SE FOSSE NORMALE NON LE GUARDEREBBE NEMMENO ,CON QUESTO NON VOGLIO DIRE CHE NON LO SEI MA DAI ALLE DONNE DI AVERE CIò CHE NEMMENO SOGNEREBBERO DI  AVERE NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI

NON è EMANCIPAZIONE MA IL CORAGGIO DI FARE CIò CHE L'UOMO HA SEMPRE FATTO COME DIRITTO SOLO LORO COME SE GLI ISTINTI LI HANNO SOLO LORO ,E SE POI CI SONO DONNE CHE PASSANO INORSERVATE DA COLUI CHE NEMMENO LE CALCOLA ,LA SOLITUDINE ,AVERE CIò CHE DALLA VITA NON HANNO MAI AVUTO SENTIRSI AMATE ANCHE SE A PAGAMENTO A LORO SI OFFRE L'OPPUTUNITà DI UN UOMO COME TE CHE SE FOSSE NORMALE NON LE GUARDEREBBE NEMMENO ,CON QUESTO NON VOGLIO DIRE CHE NON LO SEI MA DAI ALLE DONNE DI AVERE CIò CHE NEMMENO SOGNEREBBERO DI  AVERE NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI
Guest - FRAGOLA il Mercoledì, 01 Aprile 2015 19:14

NON SARà UN PESCE DI APRILE AHAHAHAHAHH

NON SARà UN PESCE DI APRILE AHAHAHAHAHH
Lunedì, 15 Luglio 2024