Skip to main content

Quando l'erezione è poesia

Il Blog di Roy

Ironico - Filosofico - Poetico - Cinetico - Fotografico

Cosa significa essere un Gigolo

fotolibroRoy in questo tuo libro Amore in contanti, associare le clienti a un'utilitaria rotta e una pornodiva a una Ferrari non è molto carino. Ho capito ma insomma... del resto, evviva la sincerità (scherzo) Passiamo alla categorizzazione delle clienti. Interessante, lo ammetto, e molto intelligente come analisi, però io non riesco a riconoscermi in nessuno di questi gruppi. Magari potrei avere qualche caratteristica dell'uno o dell'altro,

del resto non saprei. Potrei inquadrarmi nella casella "sfigate"? Preferirei un futuro da "ex sfigata" possibilmente. Interessante l'approfondimento nella seconda e terza parte dell'intervista dove Roy lascia cadere le sue difese e si apre un po' di più...alleluja! Ho capito che sei chiuso come un'ostrica e non vuoi parlare dei fatti tuoi, anch'io ero così, ma accidenti!

Adesso invece parlo e scrivo anche troppo! Arriviamo alle storie delle clienti. E qui mi sono profondamente commossa per tanta sofferenza. Sono storie crude, davvero, ma vere. Come la maggior parte della gente credo, ho sempre pensato che le clienti di un gigolo fossero belle, ricche, viziate e con la puzza sotto il naso, invece...sono donne normali con dei vissuti psicologicamente pesanti. E mentre leggevo pensavo "mio Dio...e chi avrà più il coraggio di lamentarsi?"

Ok anch'io ho avuto una gioventù piuttosto penosa, però c'è di peggio. Ora lo so, me ne rendo conto. In ogni storia ho trovato qualche similitudine, qualche punto di contatto con me stessa.

Impressionante, scioccante. Insomma, caro Mr Hide, fai un lavoro che effettivamente se fatto in un certo modo può essere davvero considerato socialmente utile. Puoi ancora migliorare, di sfide se ne presenteranno in futuro, ma sei sulla buona strada! Io ho fiducia in te, nelle tue capacitá e so che otterrai ancora tanti successi e tante gratificazioni dalle tue donne, passate, presenti e future. "Un balsamo per l'anima" ho letto da qualche parte. Accipicchia!

Hai il potere di portare le tue clienti a questa condizione di estasi liberatoria nella quale finiscono per caricarti delle loro aspettative. Le illudi dando loro l'impressione di essere l'uomo perfetto, riesci in brevissimo tempo ad incarnare tutte le caratteristiche che ognuna di esse cerca in un uomo. E poi dicono "lui è così, lui è colá.." ma sará vero? O è solo una proiezione distorta della loro mente?

A volte quando desideri tanto vedere qualcosa in una persona ti ostini a vederlo anche se non c'è.  Dici ridendo "fanno tutto loro" , mica vero. Sottovaluti il potere che i mezzi di comunicazione (social, video, poesie, ecc...) hanno sulla mente umana. Un po' come una pubblicitá vincente che ti convince a comprare un certo prodotto esaltandone determinate caratteristiche. Tu questi strumenti sai usarli bene, lavori sull'immaginario romantico/erotico di un certo tipo di donna. Sai bene come proporti, il tono di voce, l'atteggiamento...di sicuro ti viene naturale, ma c'è anche un bel lavoro minuzioso dietro.

Ecco cosa significa essere un gigolo. L'uomo ideale di qualsiasi donna, fosse solo in apparenza e per qualche ora. E ti riesce spontaneo, ti riesce maledettamente bene.

Per una donna in difficoltà a quel punto la tentazione di contattarti diventa forte, impellente. Diventa un'ossessione, una promessa di qualcosa, il canto della sirena a cui è impossibile resistere. Difficilmente qualcuna ne esce delusa anzi, considerando la quantitá di commenti e feedback positivi che ricevi direi che l'ecosistema gigolo/cliente va alla grande. Alcune si fidelizzano persino quindi, meglio di così si muore. Potrei scrivere ancora pagine e pagine, ad esempio su quali sono i punti di contatto tra me e le clienti esaminate ma non lo faccio.

Ho giá scritto troppo e non voglio dissezionare la mia vita, ogni volta che lo faccio poi sto male, diventerei logorroica più di quello che giá sono e infine...a che scopo? Non importa a nessuno e quindi le mie cose me le tengo per me. E poi mi è stato detto che devo evitare il confronto con gli altri.

Mi sono appesa cartelli dappertutto con la scritta: "Regola n. 1: evitare i confronti". Spero di non aver scritto troppe cazzate e che questo mio contributo seppur piccolo possa essere utile alla causa. Magari alla fine ho equivocato e stravolto tutto.

Complimenti al Dr Pedrazzi che ritengo abbia svolto un lavoro eccellente, approfondendo taluni aspetti ci ha mostrato con professionalitá e competenza il volto umano di questo mondo nascosto, relegato ai margini della societá. Ha dato voce ai protagonisti di una realtá sommersa che la gente "perbene" si imbarazza persino a nominare, figuriamoci a riconoscerla apertamente! Spero che riusciate nel vostro intento e che quest'opera riceva il giusto apprezzamento che merita. Insomma, non sará uno Stephen King, però giá vedere il tuo libro, la tua creatura, sugli scaffali di una libreria dev'essere una bella soddisfazione!
In bocca al lupo!

B.

 

Commenti 217

Guest - Mimma il Martedì, 27 Ottobre 2015 10:11

L'accomunare poi le donne alle macchine è una caratteristica prettamente maschile/maschilista. A mio avviso molto limitata/schematizzata.... perché a questo punto potrei fare anch'io una valutazione filosofica spicciola andando ad utilizzare proprio la bibbia. Nella genesi si dice che prima Dio creò l'uomo e poi la donna come sua compagna.....e su questo discorso, oltre all'accomunare il sesso al peccato causa della cacciata dall'eden e di mortalità, si è costruito tutto il mondo patriarcale religioso con forzata/tacita  sottomissione del mondo femminile. Bene ...spostiamo il paragone sulle macchine. UOMO, primo prototipo di autovettura, in media più forte a livello di carrozzeria ma con una potenza di motore (cervello) più aggressivo, meno controllabile (la cronaca è piena oltre a tutti i casi che non arrivano ad onor di cronaca), a volte con prestazioni limitate e monotematiche (sesso/sport). DONNA, prototipo di autovettura più moderno con ulteriori optional, in media meno forte di carrozzeria, a lei è stato dato il dono di concepire e custodire la vita (attualmente anche senza l'utilizzo del maschio), più adattabile e resistente alla sopravvivenza (in media vive più a lungo), predisposizione più marcata all'empatia, da ultimi studi.... dotata di una maggior parte di cervello preposta al controllo degli impulsi aggressivi da parte dell'amigdala, da altri studi... con capacità di apprendimento scolastico...nella media.....più marcata.  Dati di fatto + valutazioni sulla media. Chi è l'utilitaria scassata/obsoleta e chi è la Ferrari ....fra i sessi? Certo che se il mondo femminile opta per accettare e continuare a farsi guidare da un "certo" mondo maschile, attualmente veicolato dal marketing e non più tanto dalla religione, facendo suoi anche i loro blocchi/paranoie/stereotipi.....il rischio di veder girare solo "utilitarie scassate" secondo me è molto alto.  E poi poi .....mmmmmmm l'immaginario collettivo maschile della pornostar/escort come TOP  FEMMINILE......e ce credo!!! Perché il maschietto medio non se la toglie di testa?......perché quelle figure commerciali (perché di questo parliamo .....sono figure commerciali) sono ubbidienti ed accontentano, in tutto e per tutto senza lamentarsi, il bisogno  di potere del maschietto frustrato non disposto alla parità ed al confronto con l'altro sesso. Poi di quello che provano o sentono veramente quelle donne SUPERTOP non gliene frega una cippa, anche se avendo un minimo di intelligenza logica ....ci arriverebbero. E poi basta leggere le testimonianze di queste donne per capire dove sta esattamente la verità......ed anche leggere le statistiche  dei suicidi/morti per overdose/omicidi di questi due mondi da "Ferrari". Questo non lo dico per fare il solito discorso di pesantezza ...ma per far capire che non ci sono auto più o meno di lusso, ma semplicemente ......persone con un background alle spalle. 

L'accomunare poi le donne alle macchine è una caratteristica prettamente maschile/maschilista. A mio avviso molto limitata/schematizzata.... perché a questo punto potrei fare anch'io una valutazione filosofica spicciola andando ad utilizzare proprio la bibbia. Nella genesi si dice che prima Dio creò l'uomo e poi la donna come sua compagna.....e su questo discorso, oltre all'accomunare il sesso al peccato causa della cacciata dall'eden e di mortalità, si è costruito tutto il mondo patriarcale religioso con forzata/tacita  sottomissione del mondo femminile. Bene ...spostiamo il paragone sulle macchine. UOMO, primo prototipo di autovettura, in media più forte a livello di carrozzeria ma con una potenza di motore (cervello) più aggressivo, meno controllabile (la cronaca è piena oltre a tutti i casi che non arrivano ad onor di cronaca), a volte con prestazioni limitate e monotematiche (sesso/sport). DONNA, prototipo di autovettura più moderno con ulteriori optional, in media meno forte di carrozzeria, a lei è stato dato il dono di concepire e custodire la vita (attualmente anche senza l'utilizzo del maschio), più adattabile e resistente alla sopravvivenza (in media vive più a lungo), predisposizione più marcata all'empatia, da ultimi studi.... dotata di una maggior parte di cervello preposta al controllo degli impulsi aggressivi da parte dell'amigdala, da altri studi... con capacità di apprendimento scolastico...nella media.....più marcata.  Dati di fatto + valutazioni sulla media. Chi è l'utilitaria scassata/obsoleta e chi è la Ferrari ....fra i sessi? Certo che se il mondo femminile opta per accettare e continuare a farsi guidare da un "certo" mondo maschile, attualmente veicolato dal marketing e non più tanto dalla religione, facendo suoi anche i loro blocchi/paranoie/stereotipi.....il rischio di veder girare solo "utilitarie scassate" secondo me è molto alto.  E poi poi .....mmmmmmm l'immaginario collettivo maschile della pornostar/escort come TOP  FEMMINILE......e ce credo!!! Perché il maschietto medio non se la toglie di testa?......perché quelle figure commerciali (perché di questo parliamo .....sono figure commerciali) sono ubbidienti ed accontentano, in tutto e per tutto senza lamentarsi, il bisogno  di potere del maschietto frustrato non disposto alla parità ed al confronto con l'altro sesso. Poi di quello che provano o sentono veramente quelle donne SUPERTOP non gliene frega una cippa, anche se avendo un minimo di intelligenza logica ....ci arriverebbero. E poi basta leggere le testimonianze di queste donne per capire dove sta esattamente la verità......ed anche leggere le statistiche  dei suicidi/morti per overdose/omicidi di questi due mondi da "Ferrari". Questo non lo dico per fare il solito discorso di pesantezza ...ma per far capire che non ci sono auto più o meno di lusso, ma semplicemente ......persone con un background alle spalle. 
Guest - anonima il Martedì, 27 Ottobre 2015 09:54

Buongiorno a chi si è alzato sorridendo......a chi ha deciso di non vivere passivamente. ....a chi ha deciso di guardare con fiducia al domani....Buongiorno a chi è aperto all'ascolto e non ha paura di abbracciare il prossimo. ......

Buongiorno a chi si è alzato sorridendo......a chi ha deciso di non vivere passivamente. ....a chi ha deciso di guardare con fiducia al domani....Buongiorno a chi è aperto all'ascolto e non ha paura di abbracciare il prossimo. ......
Guest - Mimma il Martedì, 27 Ottobre 2015 09:31

Noto anche in questa lettera la paura di essere logorroica. Questo timore inculcato da chi, per sua frustrazione, vuole mettere a tacere il prossimo. Perché tacere....quando la propria esperienza, narrata in anonimato, può essere utile anche ad altri. Perché vergognarsi delle proprie percezioni o sensazioni ....come se fossero una colpa. Che il prossimo, quando a sua volta è in stato di negatività, non sia disposto ad ascoltare le problematiche degli altri ....è un dato di fatto. Ma "la persona negativa a priori" non è obbligata a leggere e può scegliere di ignorare il testo. Se commenta poi volgarmente con stupidità .....rimane un suo problema di disagio stupido!  Ma c'è anche chi invece, nonostante il proprio malessere, è disposto a valutare il vissuto degli altri .....e magari scoprire che il proprio malessere è uguale o forse minore. Il confrontarsi, non per sentirsi inferiore e ledere la propria autostima, serve per imparare e scoprire che "non succede solo a me". Le problematiche sono così comuni, similari .....altro che il discorso di "minoritario". Il problema non sta nella persona che decide di aprire la sua mente ed il suo cuore .......il problema sta nella persona che non è disposta assolutamente "all'ascolto" ed a considerare che non è solo lei a stare seduta sul cesso in paradiso o sul cesso all'inferno. 

Noto anche in questa lettera la paura di essere logorroica. Questo timore inculcato da chi, per sua frustrazione, vuole mettere a tacere il prossimo. Perché tacere....quando la propria esperienza, narrata in anonimato, può essere utile anche ad altri. Perché vergognarsi delle proprie percezioni o sensazioni ....come se fossero una colpa. Che il prossimo, quando a sua volta è in stato di negatività, non sia disposto ad ascoltare le problematiche degli altri ....è un dato di fatto. Ma "la persona negativa a priori" non è obbligata a leggere e può scegliere di ignorare il testo. Se commenta poi volgarmente con stupidità .....rimane un suo problema di disagio stupido!  Ma c'è anche chi invece, nonostante il proprio malessere, è disposto a valutare il vissuto degli altri .....e magari scoprire che il proprio malessere è uguale o forse minore. Il confrontarsi, non per sentirsi inferiore e ledere la propria autostima, serve per imparare e scoprire che "non succede solo a me". Le problematiche sono così comuni, similari .....altro che il discorso di "minoritario". Il problema non sta nella persona che decide di aprire la sua mente ed il suo cuore .......il problema sta nella persona che non è disposta assolutamente "all'ascolto" ed a considerare che non è solo lei a stare seduta sul cesso in paradiso o sul cesso all'inferno. 
Guest - perla il Martedì, 27 Ottobre 2015 09:18

Buongiorno ma non vi sembra che sta a lavorare troppo sto giovanotto ma adesso lo  stanno troppo a sciupazzare 

Buongiorno ma non vi sembra che sta a lavorare troppo sto giovanotto ma adesso lo  stanno troppo a sciupazzare 
Guest - perla il Martedì, 27 Ottobre 2015 09:18

Buongiorno ma non vi sembra che sta a lavorare troppo sto giovanotto ma adesso lo  stanno troppo a sciupazzare 

Buongiorno ma non vi sembra che sta a lavorare troppo sto giovanotto ma adesso lo  stanno troppo a sciupazzare 
Guest - Una lettrice il Martedì, 27 Ottobre 2015 08:04

Altre tue affermazioni non sono carine ma esiste la libertà d'espressione con le relative conseguenze.

Altre tue affermazioni non sono carine ma esiste la libertà d'espressione con le relative conseguenze.
Guest - fra il Lunedì, 26 Ottobre 2015 19:47

Ma come ci lasci così sulle spine!!?:blush:P.s visto che ti sei lanciata nella scrittura ( ti riesce molto bene!!), per evitare "la paura" degli errori ortografici ,come hai detto,  ti " insegno " un trucco che a mia volta mi insegnò un collega quando correggevo bozze per arrotondare ...prova a rileggere il testo all' in contrario partendo dalla fine. .non te ne scappera ' neanche uno! :wink:

Ma come ci lasci così sulle spine!!?:blush:P.s visto che ti sei lanciata nella scrittura ( ti riesce molto bene!!), per evitare "la paura" degli errori ortografici ,come hai detto,  ti " insegno " un trucco che a mia volta mi insegnò un collega quando correggevo bozze per arrotondare ...prova a rileggere il testo all' in contrario partendo dalla fine. .non te ne scappera ' neanche uno! :wink:
Guest - anonima il Lunedì, 26 Ottobre 2015 19:16

:joy: Che personaggio che sei Manu 

:joy: Che personaggio che sei Manu 
Guest - Manu il Lunedì, 26 Ottobre 2015 18:57

Ecco qua, questo è un piccolo omaggio a Roby. Perchè anche se è da tanto che non mostra qui il suo lato triste e malinconico, io sento che c'è, è sempre lì in agguato. Molto spesso si ricorre all'autoironia per sdrammatizzare ma... E allora forza Roby, guarda il lato divertente :stuck_out_tongue_winking_eye: e cosa potrebbe succederti (o forse ti è già successo).

Ecco qua, questo è un piccolo omaggio a Roby. Perchè anche se è da tanto che non mostra qui il suo lato triste e malinconico, io sento che c'è, è sempre lì in agguato. Molto spesso si ricorre all'autoironia per sdrammatizzare ma... E allora forza Roby, guarda il lato divertente :stuck_out_tongue_winking_eye: e cosa potrebbe succederti (o forse ti è già successo).
Guest - anonima il Lunedì, 26 Ottobre 2015 18:35

Vai Manu :joy:

Vai Manu :joy:
Guest - Manu il Lunedì, 26 Ottobre 2015 18:27

Ragazze la volete un'altra avventura del nostro uomo sexy/ruspante? No, perchè la sto per pubblicare nei commenti.

Ragazze la volete un'altra avventura del nostro uomo sexy/ruspante? No, perchè la sto per pubblicare nei commenti.
Guest - anonima il Lunedì, 26 Ottobre 2015 18:16

Roy ti è mai capitato di non capire una cliente?

Roy ti è mai capitato di non capire una cliente?
Guest - fra il Lunedì, 26 Ottobre 2015 18:07
Guest - il Lunedì, 26 Ottobre 2015 13:34

Spesso devo dimenticarti,  se no non potrei più sceglierti. Un abbraccio stretto.

Spesso devo dimenticarti,  se no non potrei più sceglierti. Un abbraccio stretto.
Guest - perla il Lunedì, 26 Ottobre 2015 12:57

Oggi tu dici che sei stronzo un egoista io non credo chi ha avuto la fortuna di conoscerti non pensa questo di te 

Oggi tu dici che sei stronzo un egoista io non credo chi ha avuto la fortuna di conoscerti non pensa questo di te 
Guest - stella il Lunedì, 26 Ottobre 2015 12:05

Infatti Manu'nessuno e'perfetto tutti noi abbiamo pregi e difetti,infatti non esiste l'uomo ideale perfetto,ma esiste l'uomo che ti fa stare bene ,che sa capirti ,e per chi e'fortunata sa amarti,diciamo che il nostro gabbiano Roy racchiude questo regala (non paghi le emozioni mai)momenti attimi dando cio'che serve in quei momenti(cogli l'attimo fuggente),che ne'pensate donne?E tu gabbiano Roy?

Infatti Manu'nessuno e'perfetto tutti noi abbiamo pregi e difetti,infatti non esiste l'uomo ideale perfetto,ma esiste l'uomo che ti fa stare bene ,che sa capirti ,e per chi e'fortunata sa amarti,diciamo che il nostro gabbiano Roy racchiude questo regala (non paghi le emozioni mai)momenti attimi dando cio'che serve in quei momenti(cogli l'attimo fuggente),che ne'pensate donne?E tu gabbiano Roy?
Guest - anonima il Lunedì, 26 Ottobre 2015 11:53

Eppure c'è una parte della tua vita alla quale stai rinunciando!  Si evince dal tuo libro......Pedrazzi è riuscito a svelare una minima parte di te...è come se tu avessi costruito un muro in tua difesa. Sai quanto bene in crescita potresti ricevere dalla tua" Matelica" se solo ti fermassi un attimo?  Dietro ad ogni azione c'è un perché. ..a volte non è quello che abbiamo sempre creduto. Non ho voluto parlare in modo esplicito,  ma sono certa che capirai!

Eppure c'è una parte della tua vita alla quale stai rinunciando!  Si evince dal tuo libro......Pedrazzi è riuscito a svelare una minima parte di te...è come se tu avessi costruito un muro in tua difesa. Sai quanto bene in crescita potresti ricevere dalla tua" Matelica" se solo ti fermassi un attimo?  Dietro ad ogni azione c'è un perché. ..a volte non è quello che abbiamo sempre creduto. Non ho voluto parlare in modo esplicito,  ma sono certa che capirai!
Guest - Manu il Lunedì, 26 Ottobre 2015 11:22

La cosa più bella di Roby è che ogni tanto toppa anche lui, a riprova che nessuno è perfetto. Ma ogni scivolone lo rende più spontaneo e soprattutto più umano. Ma chi lo vuole l'uomo perfetto? Non riuscirei ad affezionarmi e a provare simpatia per uno super perfettino, ma per te sì, Robertino. Grazie. :kiss:

La cosa più bella di Roby è che ogni tanto toppa anche lui, a riprova che nessuno è perfetto. Ma ogni scivolone lo rende più spontaneo e soprattutto più umano. Ma chi lo vuole l'uomo perfetto? Non riuscirei ad affezionarmi e a provare simpatia per uno super perfettino, ma per te sì, Robertino. Grazie. :kiss:
Guest - stella il Lunedì, 26 Ottobre 2015 11:02

Oggi ho voglia di condividere miei pensieri(chiedo scusa del disturbo)io direi anche che raccontare frammenti di vita e'un gesto d'amore.Storie svelate con coraggio che altrimenti rimanevano impigliate nell'anima e mai svelate ,un riscatto alla vita ,termino mio monologo con bacio a quelle donne e al nostro Roy.

Oggi ho voglia di condividere miei pensieri(chiedo scusa del disturbo)io direi anche che raccontare frammenti di vita e'un gesto d'amore.Storie svelate con coraggio che altrimenti rimanevano impigliate nell'anima e mai svelate ,un riscatto alla vita ,termino mio monologo con bacio a quelle donne e al nostro Roy.
Guest - stella il Lunedì, 26 Ottobre 2015 10:19

Buongiorno Roy e buongiorno alle donne del blog,interessante questa lettera ,penso che il tuo libro racconta drammi nascosti c'e un psicologo(molto bravo )e questo fa capire molte cose e qui mi fermo.Complimenti alle donne che raccontano la loro triste vita nel tuo libro,complimenti a Pedrazzi x aver aperto una parte della tua anima sempre nascosta,e a te per aver ascoltato capito e aiutato queste donne e tante altre,raccontarle nel tuo libro e come dargli una vittoria un inno alla vita.Per finire una donna e'essere umano (cuore anima cervello)un auto mezzo di ferro,non leggero'forse mai il tuo libro (per motivi miei)ma davvero bravo e complimenti grazie x far parte del mio e altri mondi in salita (diciamo cosi'),ciao.

Buongiorno Roy e buongiorno alle donne del blog,interessante questa lettera ,penso che il tuo libro racconta drammi nascosti c'e un psicologo(molto bravo )e questo fa capire molte cose e qui mi fermo.Complimenti alle donne che raccontano la loro triste vita nel tuo libro,complimenti a Pedrazzi x aver aperto una parte della tua anima sempre nascosta,e a te per aver ascoltato capito e aiutato queste donne e tante altre,raccontarle nel tuo libro e come dargli una vittoria un inno alla vita.Per finire una donna e'essere umano (cuore anima cervello)un auto mezzo di ferro,non leggero'forse mai il tuo libro (per motivi miei)ma davvero bravo e complimenti grazie x far parte del mio e altri mondi in salita (diciamo cosi'),ciao.
Lunedì, 15 Luglio 2024