Quando l'erezione è poesia

Gigolo Style

Gigolo Style - Facoltà di Sociologia dell'Università Bicocca di Milano.

Gigol?

Lo stile "Roy" diventa argomento di studio alla facoltà di Sociologia dell'Università Bicocca di Milano. Due ricercatrici navigando in internet notano fra i tanti portali e siti di gigolò, quello di Roy. Rimangono colpite dal suo modo di fare marketing, dai servizi che offre, dal nuovo modo di interpretare una professione antica in chiave moderna. Roy è il capostipite di una nuova generazione di gigolo. Imitato dalle nuove leve che cercano di essere come lui, Roy ha reinventato il mestiere di gigolo. Le due professoresse lo trovano interessante, lo contattano, lo intervistano e infine gli dedicano un intero capitolo di una pubblicazione scientifica di prossima uscita. 

1. Può presentarsi? Età, famiglia, titolo di studio, occupazioni. Quando e per quale motivo ha iniziato questo lavoro?

Mi chiamo Roy, preferisco usare il mio nome d'arte, ho 39 anni, ho frequentato l'istituto agrario e prima di fare l'accompagnatore ho fatto tutti i mestieri immaginabili. Dopo vari e vani tentativi nel mondo del lavoro normale sono approdato al mondo della notte e delle discoteche, ho fatto il ragazzo immagine, lo spogliarellista e un giorno per caso, dopo essere stato ingaggiato da una donna per un servizio di ingelosimento ho pensato di utilizzare il mio corpo e il mio aspetto per guadagnarmi da vivere.

2. Come potrebbe definire la sua professione? Può descrivercela? Quali sono gli aspetti positivi e quali quelli negativi?

La mia professione ha molte sfaccettature. Fin dalle mie prime esperienze come gigolo ho sempre avuto incontri particolari che esulavano da quello che si può immaginare sia un normale appuntamento con un escort o accompagnatore. Sicuramente il tipo di annunci che mettevo in internet, il taglio professionale e pulito che da subito ho voluto dare al mio sito, forse la mia stessa indole, hanno fatto si che chi si rivolgeva a me non erano solo donne in cerca di una notte di sesso. Nel mio libro, "un'immagine allo specchio" racconto alcuni degli incontri più sorprendenti che ho avuto. Io mi occupo delle donne, cerco di farle stare bene, di risvegliare il loro desiderio, curo la loro parte femminile spesso trascurata.

L'aspetto positivo del mio lavoro è che è una continua avventura, ho la mia dose di adrenalina quotidiana che è ormai quasi diventata un droga, mi permette di guadagnare bene facendo una cosa che mi piace e che è forse il sogno segreto di molti uomini. Farsi pagare da una donna per fare una cosa che amano, sesso. Il principale aspetto negativo è che spesso devo essere una spugna che assorbe l'infelicità di chi mi ingaggia, devo saper ascoltare e consolare, consigliare e capire. Sono le mie clienti al centro dell"attenzione, quello che io provo o sento, i miei bisogni passano spesso in secondo piano o addirittura non emergono mai. Ma fa parte del gioco e ci sono abituato.

3. Come scandisce la sua giornata? Lavora più di giorno, la sera, nei week-end? Quante donne incontra mediamente nell'arco di un mese? Viaggia molto?

La mia giornata tipo ha ritmi molto regolari quando non lavoro. Mi occupo del mio sito internet www.roygigolo.com e della mia promozione, curo il mio aspetto fisico, leggo e scrivo e rispondo alle telefonate e alle mail delle mie clienti. Non ho orario di lavoro fisso, i miei appuntamenti sono imprevedibili. A volte mi capita la donna che ha poche ore libere alla mattina per fare sesso, oppure devo accompagnare una cliente ad un matrimonio in pieno giorno, posso essere ingaggiato da una donna per un classico cena e dopocena, ci sono week end, vacanze. Incontro una quindicina di donne al mese e viaggio per tutta l"Italia, a volte anche all"estero.

4. E' un lavoro compatibile oppure no con una famiglia e con l'esperienza di paternità? Gli uomini gigolò che lei conosce sono tutti single? Il lavoro le permette di mantenere rapporti frequenti con la sua famiglia di origine?

Non credo sia un lavoro compatibile con una famiglia. Troppo difficile avere a casa una donna che soffre sempre per il lavoro del proprio uomo. La tensione di dover sopportare in continuazione incontri con nuove donne metterebbe a dura prova anche un grande amore. Non parliamo poi di figli, sarebbe difficile spiegare ad un figlio o ad una figlia il mio mestiere. Oggi c'è in giro molta ipocrisia e la crisi economica ha fatto nascere come funghi portali internet dove si vendono ragazzi che dicono di fare gli gigolo.

Ci sono disoccupati, improvvisati dell'ultima ora, anche semplicemente chi si vuole vantare con gli amici, uomini che hanno fidanzate e a volte vite apparentemente normali. Fare lo gigolo è un'altra cosa. La vita di un gigolo è dedicata al suo lavoro e alle sue donne. Questo mestiere va fatto con grande dedizione. Io devo sempre essere disponibile per le mie donne e per chi ha bisogno di me. Qualsiasi distrazione non mi permetterebbe di fare questo lavoro in maniera seria. Difficile pensare che mi telefoni mia moglie o la mia fidanzata mentre sto a cena con una donna che mi paga. Mi sembra abbastanza improbabile. Io ho un buon rapporto con la mia famiglia di origine. Sono abbastanza schivo e riservato, non parlo molto in casa, ma la mia famiglia rispetta il mio bisogno di solitudine e discrezione.

5. Secondo lei parlando di gigolò si può parlare di prostituzione eterosessuale? Il termine la disturba? Secondo lei quali sono le differenze con la prostituzione maschile omosessuale?

Un gigolo è etero per definizione. Purtroppo anche qui ora si tende a fare una grande confusione. La maggior parte dei ragazzi che si vendono in rete è gay o bisessuale. Ma voi vi sentite di definirli gigolo? A me sembra poco credibile e sicuramente questo tipo di escort o accompagnatori non sono quelli che piacciono alle donne. La prostituzione maschile omosessuale è fatta unicamente di sesso. Non c'è molto da aggiungere. Nel mio lavoro il sesso non è sempre necessario ne scontato e spesso nemmeno richiesto.

6. Potrebbe descriverci le tipologie di donne che si rivolgono a lei? Sono italiane o anche straniere? Qual'è la loro età e quale professione svolgono? Sono per lo più single o anche donne coniugate o separate/divorziate? Risiedono per lo più al Nord oppure non vi sono differenze a livello territoriale?

Frequento donne prevalentemente benestanti, fra i 25 e i 45 anni, a volte sono sposate, ma non è la regola. Spesso sono semplicemente single per ragioni di lavoro o perché hanno sofferto qualche delusione amorosa e non vogliono impegnarsi in una storia. Mi capitano però anche casalinghe o madri di famiglia che decidono di farsi un bel regalo, vergini alla prima esperienza, donne belle che hanno paura dell'uomo che poi non si stacca più, ragazze giovani vogliose di esperienze forti e trasgressive. E" incredibilmente vario e interessante il mondo femminile che si rivolge a me.

7. Quali sono le richieste più comuni che le vengono fatte? Principalmente incontri di tipo sessuale oppure altre necessità/desideri?

Come ho già detto le richieste che ricevo non riguardano solo il sesso. A volte mi fingo un fidanzato, oppure consiglio le mie clienti su come conquistare i loro uomini, le alleno a letto se pensano di non saperci fare, le accompagno a cerimonie o eventi se hanno bisogno di un uomo al loro fianco. Mi capita veramente di fare i lavori più incredibili. Quest'estate mi sono pure sposato per finta ovviamente. Una cliente voleva rendere felici i suoi genitori anziani e malati. Voleva che morissero tranquilli sapendola sposata e accasata con un uomo serio e affidabile con me. Una messinscena fatta a fin di bene. E' stata curiosa e divertente.

8. Quali servizi lei offre? Può dirci se esiste uno standard nelle prestazioni offerte dagli accompagnatori in Italia?

Sul mio sito offro tantissimi servizi. Penso di essere stato il primo ad inventarli e spesso vengo copiato dai ragazzi che si susseguono in rete sui portali di gigolo. Un conto è però scrivere che si è specializzati in prime esperienze piuttosto che in tattiche di ingelosimento. Un altro è farle queste cose. Solo anni di esperienze e una naturale attitudine per questo tipo di mestiere permettono un risultato soddisfacente per la cliente. A volte mi capitano clienti che hanno preso delle belle cantonate in rete e che alla fine si sono rivolte a me.

9. Potrebbe descriverci quale/i tipologia/e di uomini intraprendono questo lavoro? E' un lavoro a tempo pieno oppure è una seconda occupazione? Si guadagnano molti soldi? (in altre parole, ci si può mantenere facendo solo questo lavoro?)

Molti uomini ora si buttano in questo lavoro attratti da un presunto guadagno facile. Ma non è così. Le donne che si rivolgono ad un gigolo sono ancora poche e molti di coloro che si offrono sulla rete sono obbligati ad andare con gli uomini se non vogliono fare la fame. Mi scrivono molti ragazzi che per un breve periodo di tempo vorrebbero fare questa professione. Magari chi studia o è disoccupato cerca un modo veloce per far soldi. Io non do particolari consigli. Fare lo gigolo e l'accompagnatore è una cosa che si ha dentro, un talento naturale come dipingere o scrivere. A me non lo ha insegnato nessuno e non mi sento di dare consigli o fare molte analisi sugli uomini che intraprendono questa professione. I veri gigolo sono ancora pochissimi.

10. Esiste una "rete" tra accompagnatori? Vi conoscete e vi incontrate?

Conosco alcuni accompagnatori, ma solo attraverso la rete. Non ho contatti con nessuno di loro. Io sono un lupo solitario.

11. Lei fa parte di qualche associazione che tutela o promuove i diritti degli uomini?

Non faccio parte di nessuna associazione.

12. Qual'è il suo rapporto con i media (TV, radio, stampa, Web. I media parlano (e come) del suo lavoro?

Ho un ottimo rapporto con i media che mi hanno sempre dato molta visibilità. Ho fatto parecchie interviste negli ultimi anni, questa settimana ad esempio ho fatto un servizio nel quale si parlava di coppia per una importante rete televisiva olandese e sono stato intervistato ad una radio in Emilia Romagna. Capita spesso che mi chiamano giornalisti per intervistarmi. Il mio lavoro e il personaggio di Roy suscitano sempre molto interesse e curiosità.

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

E tu cosa ne pensi di questo articolo?
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
ATTENZIONE - Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito. Grazie Roy
roy contactNon ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.