Quando l'erezione è poesia

Gigolo Nazionale

Intervista a Roy, Gigolò Italiano per la rivista di lifestyle olandese "Excellent"

Accompagnatore NazionaleCiao Roy, recentemente sulla principale emittente olandese abbiamo visto un tuo servizio e ti abbiamo notato. Ci interessa il tuo mestiere. Si dice tu sia il numero 1 in Italia fra gli gigolo. Da quanto tempo ti occupi di questo?

I miei esordi ormai fatico a ricordarmeli Dai, sto scherzando. Saranno 10 anni che faccio l'escort, credo di essere uno dei veterani in Italia.

Anche qui in Olanda ci stiamo abituando a vedere sempre più annunci di gigolo in internet, com'è la situazione in Italia? Siete in molti a fare questo mestiere?

Sono moltissimi gli annunci di escort e accompagnatori, ma io non li chiamerei dei veri e propri gigolo. La crisi economica e il dilagante narcisismo fa si che molti ragazzi si propongano in rete. Va di moda fare il gigolò e anche solo dirlo e raccontarlo agli amici, lo troviamo scritto ovunque, nelle chat, facebook o annunci per trovare la donna di una sera.

Tutti dicono di fare il gigolò o l'accompagnatore, fa figo, ma è una realtà tutta maschile che poco ha a che fare con l'universo femminile che difficilmente crede ci siano tutti questi uomini a pagamento in giro. Gigolò è una parola abusata, ma quelli veri in Italia si contano sulle dita di una mano, parlo di quelli che veramente lavorano e guadagnano e non di quelli che si pubblicizzano solo per far vedere che ci sono ma in realtà hanno un altro lavoro e l'essere gigolo è per loro solo un passatempo.

Le donne fortunatamente sono sagge e di solito gli improvvisati vengono subito riconosciuti come tali e quindi scartati. Devo dire che lo è meno la stampa, perché in molti casi i giornalisti contattano il primo che trovano in rete e così spesso mi è capitato di trovare interviste a degli emeriti sconosciuti che magari sono stati in rete per soli due mesi. Una cosa curiosa che mi capita, è che ricevo molte chiamate da ragazzi che vogliono intraprendere questo mestiere e mi chiedono consigli su come fare per iniziare. La cosa divertente è che mi propongono delle società e si dicono disposti ad accettare i miei scarti pur di lavorare. Molti portali di annunci guadagnano bene proprio perché ci sono questi ragazzi in giro.

Ma vi conoscete fra veri gigolò? Dove si possono trovare in Italia?

No, io personalmente conosco solo telefonicamente quelli che mi chiamano per iniziare e strappare consigli, ma sono anche quelli che non lavorano o lavorano poco. I veri gigolò sono riservati, difficilmente si espongono e non hanno contattati fra di loro. Sono dei lupi solitari e ci tengono a mantenere il segreto su come lavorano, ognuno ha il suo personalissimo modo di vendersi ed esporsi.

C'è differenza tra nord e sud? Dove si lavora di più?

C'è molta differenza purtroppo, il sud ancora stenta a spiccare il volo, la mentalità non aiuta. Io abito al centro e quindi posso spostarmi liberamente sia al nord che al sud ma il 80% delle chiamate arrivano dal nord quindi i miei appuntamenti sono quasi tutti in quella zona geografica. L'unica città che resiste ed è un'eccezione è Roma. I veri professionisti comunque puoi trovarli solo al nord dove c"è più lavoro. Difficilmente uno del sud potrà mantenersi bene a meno che non si accontenti di poco.

Il tuo sito www.roygigolo.com spicca per la qualità dei contenuti. Hai un marketing intelligente: la musica e la sobrietà delle immagini lo rendono molto piacevole da visitare, anche per chi è semplicemente curioso di conoscere il tuo mondo. Quanto tempo dedichi al tuo sito? Ti affidi a professionisti?

Quando ho cominciato a fare questo mestiere erano pochissimi i gigolo ad avere un sito. Di solito si trattava di pagine molto scarne dove prevalentemente si mostrava la "merce" offerta. Erano stati scopiazzati dalle nostre colleghe donne. Oggi bastano veramente pochi soldi per fare un sito internet, ma non è che la rete sia la bibbia e quello che uno vende e propone non corrisponde sempre al vero.

In fondo con un modico investimento di 250 euro chiunque può costruirsi un sito internet e mettersi a vendere qualsiasi cosa. Io ho scelto uno stile diverso da quello che esisteva quando decisi di cominciare questo mestiere. Le donne sono esseri sensibili e prestano grande attenzione all"immagine. Non so a chi possa piacere un uomo che si propone nudo. Forse ai gay. Il mio sito è cresciuto con me. Sono un autodidatta: mi piace scrivere, scelgo le mie foto, decido le ambientazioni, dedico tantissimo tempo alla mia immagine.

Voglio che chi non mi conosce e sta scegliendo un accompagnatore capisca molto di me navigando sul mio sito. Credo che il mio marketing sia efficace, lavoro molto e con soddisfazione. Addirittura una ditta di Lugano che si occupa di marketing, un giorno mi ha contattato dicendomi che aveva preso il mio sito come esempio in una convention di strategie di vendita. Le donne che mi chiamano di solito sono piacevoli, educate e colte. Credo che la loro scelta non avvenga a caso. Per me è stata una scelta naturale propormi così come sono sul mio sito. Sono esattamente come mi vedi, anche nel privato. Non amo gli eccessi e la volgarità.

A proposito di volgarità: sembra un male dilagante nella nostra società. Sulla home del tuo sito spicca la scritta Stile ed Eleganza. E' importante per te avere Stile ed Eleganza?

E' molto difficile risponderti, diciamo che cerco di distinguermi da chi si propone in maniera volgare. Se visiti alcuni portali di gigolo italiani solo vedendo gli inserzionisti capirai a cosa mi riferisco. Oggi sono in tanti a definirsi gigolo di classe in internet, alcuni gigolo giocano goffamente a fare i gentiluomini.

Come sai la classe è una dote innata, la si respira in casa, fin dalla culla, la si coltiva con le frequentazioni giuste, la si forgia con una disciplina ferrea, non è uno scherzo da ragazzi avere classe. La si può acquisire, ma solo se dotati di grande sensibilità ed intelligenza e spirito di osservazione. E" un'alchimia segreta fatta di equilibrio, rispetto, esperienza di vita, curiosità, filosofia e ironia. Non dipende dal portafoglio, anzi, spesso chi ha troppo denaro e troppo poco tempo, si dimentica la classe e cede alla volgarità. E poi chi ha classe non si definisce mai tale. Mi capita di vedere chi la ostenta, magari scimmiottando in maniera grossolana gentlemen d'altri tempi. La donna che cerca un accompagnatore non ha bisogno del baciamano o di chi le apre la portiera della macchina.

I tempi sono cambiati, le donne che chiamano un accompagnatore non sono dei fossili, sono donne moderne, emancipate e se accenni ad un baciamano cadi subito nel ridicolo. L'educazione non si ostenta con questi gesti demodè, è semplicemente rispetto per l'altra persona e non un'imitare gesti non tuoi visti in certi film degli anni 40. Molti improvvisati cadono in questo tranello, credono esistano ancora i cicisbei. La donna apprezza di più un uomo educato e non esageratamente affettato, qualcuno che la sappia fare sentire femmina e desiderata. Ha bisogno di un interlocutore brillante che sappia parlare di molti argomenti, che abbia una buona cultura di base e che soprattutto conosca a menadito l'universo femminile.

Quindi un uomo alla Richard Gere in American Gigolo?

No ti prego. Basta con Richard Gere. Sai che ti dico, non credo alla leggenda di Richard Gere e del gigolo per ricche signore altolocate. American Gigolo è solo un film e Julian Kay un personaggio molto affascinante studiato a tavolino da un fantasioso regista. Le ricche signore che si passano il numero di telefono del gigolo di turno, le agenzie che li piazzano a destra e a sinistra, il mondo dorato fatto di donne che si portano in giro bellamente il loro accompagnatore"

Tutta fantasia. Le donne che si rivolgono a me sono donne normali, vere, reali. Lavorano, sono madri, professioniste, ragazze deluse dall"amore, donne infelici e insicure, donne curiose e vogliose di sesso mordi e fuggi. Mai vista una ricca miliardaria settantenne nella mia carriera. Una donna di quell'età non chiama un accompagnatore, è altamente improbabile. Può anche succedere che una signora ricca abbia un accompagnatore al seguito ma non è di certo un gigolò ma un semplice portaborse o al massimo un autista mantenuto costretto a girare il mondo con lei. Ne ho visti molti di mantenuti che accompagnavano la loro signora all"uscita dei grandi alberghi e tutti hanno la stessa medesima faccia delusa e rassegnata di uno che ha barattato la sua liberta per del vile denaro.

Chi mi contatta non chiede di solito esplicitamente sesso, ma il "dopocena" come viene chiamato, è scontato. Alcuni miei servizi non prevedono il sesso, come ad esempio gli ingelosimenti: una ragazza che mi chiama per far ingelosire un altro uomo di solito ne è innamorata e non è interessata a fare sesso con me. Nell"appuntamento classico invece, quello che tradizionalmente ci si immagina parlando di gigolo, capita raramente che non faccia sesso con la cliente. Se succede è perché a me non piace e non ne sono attratto. Penso sia umano e comprensibile, in quei rari casi dove questo avviene preferisco parlare chiaro alla mia cliente e evitare di umiliarla in camera da letto. E' difficile questo capiti, fortunatamente tante belle donne mi scelgono e rendono il mio lavoro molto piacevole.

Io poi riesco a cogliere nella maggior parte delle donne un particolare che mi eccita e intriga. Qualche tempo fa sono uscito con una bellissima modella di 23 anni. Credimi quando l'ho vista non ci credevo neppure io. Lei voleva semplicemente fare sesso. A prima vista una cosa abbastanza semplice per una bella ragazza, ma in realtà le donne belle spesso sono sole e hanno paura di lasciarsi andare col primo che capita. Io per loro sono una garanzia, la loro privacy è tutelata. Io non cerco mai una cliente dopo i nostri incontri. Sarà lei a farsi viva se le fa piacere rivedermi. Molti ragazzi in cerca di sesso facile si spacciano per gigolo, ma sono poi disposti ad uscire gratis la prima volta. Inutile dire che è una trovata per farsi qualche scopata qua e la.

Come vedi il futuro nel tuo lavoro? L'Italia è un paese conservatore e le donne italiane ancora molto legate alla famiglia e alle tradizioni. C'è lavoro in Italia per chi fa il tuo mestiere?

Credo che molti dei ragazzi che fanno inserzioni non lavorino. Intanto dobbiamo distinguere il "mantenuto" dal gigolo. Una cosa è il ragazzo che incontra la donna matura che si affeziona a lui e lo mantiene e gli fa qualche regalo. Mi è capitato di uscire con una signora sessantenne che aveva appena scaricato il suo amante. Questo ragazzo si vendeva come gigolo su un noto sito, ma in realtà aveva come unica "cliente" la sua matura amante.

Con i soldi che riceveva dalla sua benefattrice si pagava gli annunci e sperava di fare fortuna con questo mestiere. Fortunatamente non è così semplice. Le donne non si accontentano di una foto e una volta che si sono messe in contatto con il presunto gigolo molto spesso con qualche domanda piazzata bene riescono a smascherarlo. Ci sono poi i ragazzi gay o bisex. Loro sì lavorano molto, ma non dimentichiamo che lavorano praticamente solo con gli uomini. Rimane il vero gigolo, quello che non appartiene a nessuna perché le donne le ama tutte. Il vero gigolo non accetta il compromesso di stare con una sola cliente.

Nel suo lavoro è fondamentale l"adrenalina dell"incontro nuovo, della sconosciuta. E" molto difficile farsi scegliere e i segreti di questo mestiere non posso ne voglio svelarli. Purtroppo vedo tutti i giorni ragazzi che mi imitano, copiano le mie interviste, si studiano le mie risposte, usano le mie parole, vivono ed esistono grazie a me. Ormai ci sono abituato e non ci faccio nemmeno più caso. Le donne italiane come giustamente dici sono ancora fortemente legate alle tradizioni e difficilmente pensano di pagare un uomo. Molte delle mie clienti lo fanno per la prima volta e ciò che le spinge ad incontrarmi è la curiosità di conoscermi, di conoscere sia Roy che Roberto, il mio alterego..colui che manovra il gigolo che c'è in me.

Arriverà il giorno che ti stancherai di questo lavoro?

Non lo so, credo di no, è una domanda che mi rende triste, preferisco non pensarci. Per ora lo amo profondamente poi ho l'età giusta per fare questo mestiere, credo che il bello debba ancora arrivare.

Che età bisogna avere per fare il gigolò?

Dipende dal servizio. Un accompagnatore distinto che deve interpretare dei ruoli deve sempre avere un età credibile al fianco della sua cliente, ne troppo giovane ne troppo vecchio, poi dipende anche dai gusti femminili. Per esperienza ti posso dire che di solito la donna sceglie la persona esperta e rassicurante. Se poi parliamo della classica marketta o del solo sesso crudo e fine a se stesso, forse hanno più successo i ragazzi giovani intercambiabili. Funziona esattamente come per gli uomini con le escort giovanissime. Ma questo è un altro discorso che poco ha a che fare con la sensibilità delle donne.

A volte anch'io ho la sensazione di essere troppo giovane quando vengo chiamato per dei servizi di accompagnamento da signore mature e capita mi chiedano se conosco un 50enne brizzolato ed elegante adatto alla situazione. In internet è pieno di giovani che si propongono, manca una figura matura che sicuramente lavorerebbe di più.

L'ironia è molto presente nel tuo blog. E' una forma di marketing?

Credo fortemente nell'ironia è una forma di comunicazione intelligente, molti creativi, fotografi, pubblicitari hanno usato la comicità o il paradosso per vendere un prodotto. Devo dire che il blog è la parte che mi assomiglia di più, quella meno costruita, più intima, sincera e spontanea è anche quella più vicina al mio pubblico, il quale molto spesso partecipa commentando sia positivamente che negativamente i miei post.

E' uno spazio dove posso osare, ritornare bambino, scrivere poesie, aforismi, pubblicare lettere delle mie clienti,  prendermi in giro ridicolizzando il mio mestiere. Spesso le mie clienti sono le protagoniste, pubblico le loro lettere, a volte partecipano alle riprese dei miei video ironici o mostrano dettagli del loro corpo nelle mie foto. Il mio blog è un contenitore controcorrente, per questo piace. Se guardi altri blog di gigolo lo stile è monotono, banale quasi noioso. Foto sempre imbronciate, sguardi tenebrosi, mai un sorriso, molti escort si atteggiano a fare i modelli. Io cerco di dare un taglio ironico anche ad una fotografia scattata chissà dove, peggiorandomi a volte, ma questa è la parte sana del mio blog, mostrarsi peggio di quello che si è per figurare meglio.

E' per questo che il mio blog ha successo e molti visitatori. Una donna indecisa che guarda il mio sito non riesce a convincersi fino a quando non entra nel blog, è li che scatta, è li che si convince. Credo che la mia maniera di comunicare fuori dagli schemi sia vincente.

Parlaci dei tuoi video ironici, qui in redazione hanno avuto molto successo.

I miei video nascono per caso, una sera in un albergo con una mia cliente ho acceso l'ipad e ho iniziato a filmarmi pubblicizzando il mio libro. Il video ebbe molto successo così decisi di seguire quel filone ironico, cinico e surreale che potete vedere in tutti i miei video sia nel blog che sul mio canale youtube o nella pagina news, cliccando i corti di Roy nel mio sito.

Parli di libro? E dove lo posso trovare, hai scritto un libro?

Si, l'ho pubblicato qualche anno fa, lo trovi ordinandolo sul mio sito oppure su Amazon Kindle. E" un libro che ti proietta direttamente nel mio mondo, te lo farò avere. Si chiama "Un'immagine allo specchio", Storie di un gigolo. Sono molto affezionato al mio libro, raccoglie le storie che più mi hanno colpito nei primi anni della mia professione. Mi piace scrivere e uno dei miei progetti futuri è scrivere un romanzo sulla vera vita di un gigolo per sfatare qualche mito non proprio corrispondente a realtà. Nel frattempo ho scritto per un altro autore la prefazione ad un romanzo di prossima uscita che ovviamente parla del mio mestiere.

M. Teunissen

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

E tu cosa ne pensi di questo articolo?
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
ATTENZIONE - Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito. Grazie Roy
roy contactNon ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.