Quando l'erezione è poesia

Gigolo Laureato

Non so se ci avete fatto caso ma ultimamente c’è un pò la moda di essere laureati o di vantare una laurea anche per i lavori più umili, tipo la prostituta, il lavapiatti, la domestica, il lustra scarpe, il Gigolo laureato, ecc. Ovviamente grazie alla crisi e alla disoccupazione i laureati disoccupati sono moltissimi. Molti di loro aspettano, grazie a mamma e papà che li mantengono, fino a 30-35 anni prima di trovare il lavoro per cui hanno studiato, ma tanti altri non avendo genitori ricchi si devono abbassare a fare lavoretti di serie C, dove la laurea non è proprio prevista.

Sto notando infatti che in giro ci sono sempre più falegnami, muratori, elettricisti e taglia erba laureati. Nulla da dire a riguardo, anzi è apprezzabile che molti giovani scendono dal piedistallo della laurea e decidano di fare un mestiere artigianale che basterebbe solo la terza media per farlo. La considerazione che voglio fare io, è che molti laureati che per necessità si trovano a fare altri mestieri non proprio consoni al loro titolo di studio, cerchino quasi sempre di trasformare, riconsiderare o rivalutare questi lavori cosiddetti umili per farli apparire ai nostri occhi più interessanti e stimolanti rispetto ad un mestiere da sempre considerato da poveri o senza un titolo di studio.

Lessi un intervista da qualche parte di una professoressa che lasciò l’insegnamento per fare l’escort a tempo pieno. La cosa curiosa era che la laureata professoressa si vantava di avere molti più clienti di un escort non laureata proprio perché più dotta e istruita, quindi il fatto di saper parlare con il cliente di qualsiasi argomento, arte, poesia, storia e attualità, le dava la presunzione di essere chiamata di più e di conseguenza avere più lavoro. Come se un cliente che chiama una prostituta per scaricare la tensione avesse bisogno di una donna per parlare di Dante e la Divina Commedia invece del solito sesso, tette e culo.

C’è la tendenza a pensare per molti laureati, che un mestiere da poveri acquisti valore se esercitato da persone istruite e laureate. Probabilmente questo è vero, anche se a me fa pensare più al fatto che un dottore laureato deve trovare una scusante per questa involontaria e sfortunata retrocessione. Sento spesso parlare di ragazzi che esaltano mestieri artigianali o umili con la loro laurea, sono un falegname ma laureato, sono un ingegnere ma ora preferisco fare l’imbianchino, faccio il muratore ma a differenza dei miei colleghi azzecco tutti i congiuntivi, sono uno stura lavandini ma conosco a memoria tutte le poesie di Ungaretti o le opere di Caravaggio.

Uno stura lavandini laureato in pratica ha più successo e più lavoro di un collega considerato ignorante. Il cliente secondo il Dott. Stura lavandini preferirebbe un laureato perché mentre stura il lavandino può citare aforismi o parlare di Beccaria o di filosofia, contrariamente allo stura lavandini ignorante che svolgerà il lavoro in soli 5 minuti proprio perché non perde tempo a chiacchierare. Lo spazzino ad esempio o operatore ecologico, probabilmente spazzerà meglio se laureato.

E tu cosa ne pensi dello stura lavandini laureato? Se dovessi scegliere tra un artigiano laureato e uno no, quale sceglieresti? Un gigolo laureato è meglio di uno che non lo è? Scrivilo qui sotto. Grazie Roy

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

E tu cosa ne pensi di questo articolo?

Se ci stai pensando... hai già deciso.

Non ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.
Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito.