Si è ciò che si pubblica

Come vanno i gigolò in fase due?

Come vanno i gigolò in fase due? In questo clima di incertezza e confusione che viviamo dall'inizio di questa pandemia, me lo sono chiesta. Ma non perché io sia fissata. Semplicemente nutro un sincero affetto per Royberto, è stato presente nei miei pensieri per tutto il mio cosiddetto "periodo tormapparire non ho mai voluto chiamarlo, mai. Il blog era il mio ponte comunicativo immaginario...immaginario perché in effetti non abbiamo comunicato alcunché. Di certo non ho comunicato in modo positivo ed efficace con nessuno.

E non chiedendo, non accettando, non ho permesso a nessuno di aiutarmi. Qui le persone arrivano, si fermano un po' passano. E se ne vanno. Io ora sono meno presente ma passerò di tanto in tanto. Perché questa esperienza è stata così intensa e mi ha insegnato...a guardarmi dentro, ad esprimermi (anche se solo scrivendo, per ora) ma è stato il primo passo di una bambina timidissima che si nasconde sotto il letto. Il primo passo per uscire e mostrarsi. 

Non è che Roy in tutto questo abbia fatto niente di speciale, anzi non ha fatto nulla. Mi ha concesso di combattere nell'arena, di uscirne pesta e piena di graffi, col cuore distrutto e l'orgoglio schiacciato ma così ho misurato la mia forza, e ho iniziato un percorso per capire me stessa. Noi creiamo il nostro mondo. Voglio creare un mondo diverso, adesso. Non so se la sincerità paga e se mettere in campo la mia autenticità mi esporrà a pericoli ma...è questa la vita. 

Voglia di lavorare oggi: zero. Sono qui mezza in pigiama, piuttosto conciata. Non sto lì a sistemarmi per uscire nei campi col cane o qui intorno. Uscire è l'occasione per mettersi a posto. Da un po' curiosamente non mi interessa apparire, non mi interessa confrontarsi, il giudizio sul mio fisico...nemmeno il mio. Mi interessa riuscire a tirar fuori la Manu autentica, quella che c'è dentro. Poi non so. Forse torneremo prima o poi in ufficio e ci scrolleremo questa sensazione di dosso. 

Guardandomi attorno vedo ancora tanta gente con la mascherina, terrorizzata dai contatti, dal virus. Come fa un gigolò? Si porta il termometro per misurare la temperatura a se stesso e alla cliente? Fa l'amore con la mascherina fp2? Niente sesso orale. Niente di niente. Se dobbiamo fare sesso in una tuta di plastica dopo esserci "igienizzati" con l'apposito gel...io spero di no! Lo spero per Roy, per le sue clienti, ma soprattutto per la psiche umana del mondo che verrà. Se evitiamo i contatti e ne abbiamo paura, se vediamo l'altro come il possibile "untore" portatore di possibili malattie...virus...batteri... Chiudiamoci da soli in una camera iperbarica tutta bianca e imbottita...è meglio. Gli psicologi avranno un bel lavoraccio negli anni a venire. Preparatevi. 

Ma adesso... Noi lombardi siamo gli appestati indesiderabili per antonomasia. Le altre regioni non ci vogliono. Gli altri Paesi non ci vogliono. Roy non venire in Lombardia per un po'...non ti conviene. Poi le clienti del resto di Italia se sanno che sei stato in Lombardia non ti vogliono. Se devi andare in Svizzera, fai il giro largo. Abbiamo sempre trainato noi il carretto dell'economia italiana però... Adesso non siamo desiderati. Meglio di no. Vogliamo paragonare Milano, con la metropolitana e il via vai umano che c'è (un formicaio) a un paesino del l'Aspromonte? È ovvio che il numero dei contagi è diverso. 

Vivere in una grande città... Porta vantaggi e svantaggi. Non crediate che sia tutto bello. Lo dico per chi pascola le pecore sull'Aspromonte. Loro potranno andare al mare quest'anno, io ancora non lo so. Vorrei tanto vedere il mare. C'è chi lo vede tutti i giorni e non lo apprezza. O in montagna. Mi hanno strappata dalle piste da sci dopo un giorno perché chiudeva la Lombardia. E corri a casa, se no ci chiudono fuori, poi come si fa? 

Roy informati bene prima di pianificare i tuoi spostamenti. Qui sono fuori di testa. E non sono affidabili. Dopo lo choc di marzo  non credo andrò molto lontano questa estate. Se ci posso andare, da qualche parte. In caso contrario resterò qui. Mi rifarò in futuro.

Ma un anno bisestile così basta...o non l'avevo vissuto mai.

E tu cosa ne pensi di questo post?
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
ATTENZIONE - Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito. Grazie Roy
roy contactNon ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.