Si è ciò che si pubblica

È vero che i soldi non fanno la felicità?

Lo dicono tutti: i soldi non possono renderci felici. Le cose più importanti sono quelle che non si comprano. Beh...beh...piano. Non voglio contraddire queste perle di saggezza e verità. Voglio però mettere i puntini sulle i. È vero che le cose importanti non si possono comprare: vita, amore, amicizia, salute...ci arrivano gratis se arrivano. Non c'è modo di procurarsele altrimenti. Se siamo fortunati...perché quella è una gran fortuna. I soldi possono comprare delle cose: sesso, viaggi, confort, bellezza, possono sicuramente darci più serenità e sicurezza sotto molti aspetti e renderci la vita più facile.

C'è differenza tra chi guadegna 10.000 euro al mese, e chi ne porta a casa mille o neanche. La preoccupazioni sulle spese sono diverse, il ricco sente meno il peso di ciò che spende rispetto al povero. La sua vita è più facile, scorrevole. Quella del povero è un continuo preoccupato arrancare. Poi lasciamo da parte il discorso degli eventuali problemi famigliari, solitudine o mancanza di amore... tutte le problematiche psicologiche personali che ci possono essere: quelle rientrano nella sfera di ciò che non si può comprare. 

Però se puoi disporre di un po' di soldi e sai usarli con intelligenza, la vita ti migliora un casino e ti senti anche più felice. Certo, devi essere sano e senza patologie. Di fronte a un cancro muoiono entrambi, il ricco e il povero, però le cure e l'assistenza che riceve il ricco non è sicuramente quella che riceve il povero. Pensiamo solo ai tempi del SSN contro quelli del privato anche solo per accedere a visite ed esami. Anche il trattamento dei medici e la loro disponibilità è diversa: l'ho provato sulla mia pelle e su quella dei miei genitori. C'è differenza. In tutto c'è differenza.  Poter andare in vacanza e non poter andare. Poter andare a Zanzibar o accontentarsi di Pietra Ligure. È vero, è importante la compagnia non il posto. Ok allora facciamo: poterci andare con Roy o andarci da sole. Sempre questione di soldi.

Uno studio che ho letto tempo fa e di cui non saprei più citare la fonte dice che gli uomini sono felici e appagati se non sono troppo poveri e nemmeno troppo ricchi. Devono inserirsi in un range di reddito prestabilito e determinato proprio da questo studio...definirei la categoria in questione "benestante". 

Poi ok mi si può dire che ho anche questo tarlo, snobbare i soldi con fare superiore e anticonformista (lo fa chi non ne ha per darsi un tono). Ho detto spesso che non sopporto la gente ricca. È un discorso meschino da poveraccia rosicona. In realtà ciò che non sopporto è l'atteggiamento di superiorità di certi ricchi snob, l'essere pretenziosi e con quel fare di chi comanda, si crede superiore e pensa che tutti esistano solo per servirlo e soddisfare i suoi capricci.

Per fortuna ci sono ancora persone ricche che hanno conservato umiltà e gentilezza e si comportano con chi può meno finanziariamente da persone semplici, sanno stare alla stessa altezza senza elevarsi. Rispettano il fatto che come uomini siamo tutti uguali... Non so se mi spiego. Oggi dovevo fare quel lavoro per me e mi girano le palle. Uno si programma delle cose, e poi qualcuno/qualcosa si diverte a mettermi sempre i bastoni tra le ruote. Devo sempre far fatica in tutto, che una cosa vada liscia mai. Ho anticipato questa idea che volevo scrivere, sperando poi di essere effettivamente occupata per i fatti miei.

Ciao da Manu

E tu cosa ne pensi di questo post?
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
ATTENZIONE - Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito. Grazie Roy
roy contactNon ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.