Si è ciò che si pubblica

Le donne in (pre) menopausa e i gigolò - le cose che gli uomini non sanno (e nemmeno i gigolò)

Il mio cervello a volte funziona come un menu a tendina: da una finestra se ne aprono altre, e poi altre ancora all’infinito…Ispirata dal post di ieri la mia mente contorta ha macinato e stamattina, complice anche la preoccupazione sul mio stato di salute e su tutte le variazioni strane che sto sperimentando sulla mia pelle negli ultimi mesi/anni, incuriosita ho deciso di fare qualche ricerca per conto mio per cercare di approfondire e capirci qualcosa. Sono andata su google e ho digitato: “mancanza di progesterone in menopausa” perché lo so che il problema è quello: l’equilibrio ormonale che sta andando in tilt e allora… partiamo da quello.

Così ho scoperto che le oscillazioni ormonali e, soprattutto, la carenza di progesterone possono favorire una maggiore sensibilità allo stress, così come una certa predisposizione al malumore e a irregolarità nel ritmo del sonno. E’ uno dei disturbi che si verificano tra la pre menopausa (40/45 anni) e la menopausa (intorno ai 50 ma anche oltre) e che ci rendono la vita un piccolo inferno/purgatorio. Più di quello che è normalmente con tutti gli altri problemi familiari, di coppia, lavorativi ecc… che potremmo avere.

Meraviglioso no? In questa fase della vita si possono vivere momenti “up & down” con le prime manifestazioni di sbalzi d’umore. Ed ecco spiegato i miei anni di cacca ultimi scorsi…e perché non riesco più a sopportare cose che prima… tolleravo. Ci passavo sopra con pazienza e comprensione. E che ora…mi sento sovraccarica, non ho più pazienza e ho raggiunto il livello di saturazione. Mi dicono molte amiche e colleghe che quando arrivi ai cinquanta è così. Io non sono più quella che ero.

Forse è meglio forse no. Troppo buona troppo cogliona…però vivevo meglio, ero più serena, mi facevo meno pippe. C’è gente che se n’è approfittata lo so…la gente se ne approfitta sempre, anche quelli che dicono di volerti bene anzi…con la scusa che desiderano il tuo bene e la tua felicità sono i primi della lista. E la libido di una donna matura come cambia? Gli uomini se ne fregano, però a mio avviso i gigolò dovrebbero chiederselo, dato che a quanto pare l’età media delle clienti si sta alzando. O sbaglio?

Se ne parla poco perché il calo del desiderio dopo la menopausa e, in genere, la vita intima di ogni donna dopo i 50 anni è un argomento sul quale sono ancora presenti molti pregiudizi. Ma è vero che quando cessa la vita fertile la voglia si riduce? Secondo voi? C’è chi dice di sì per tutta una serie di motivi fisiologici tra cui l’abbassamento dei livelli di tutti gli ormoni che interagiscono nella spinta al desiderio sessuale, e alla libido. E naturalmente motivazioni e disturbi di ordine fisico portano con loro anche quelli di ordine mentale e psicologico. A volte c’è paura e un vero e proprio rifiuto, oltre al fatto che il corpo non risponde più come a 20 anni.

Molte donne, per secoli, hanno fatto mistero di questi disturbi, così come di tutto ciò che riguardava la propria sfera intima. Se per una donna di 30 anni contattare un gigolò è difficile (a prescindere dal suo background, se sia sposata, single e in che condizioni psicologiche si trova), per una donna matura è almeno tre volte più difficile, a parer mio. Non voglio dire che sia difficile quanto per una persona con un handicap ma insomma… ci si avvicina molto. L’invecchiare in questa società costituisce un handicap. Sul piano esteriore e sul piano sessuale è un handicap, viene vissuto così, ve lo posso assicurare.

Da me viene vissuto così e penso anche da molte altre donne della mia età e oltre perché altrimenti, quante donne sposate (e dopo anni di matrimonio a lui non tira più e lei perde interesse di conseguenza…subentra disinteresse e calma piatta sotto le lenzuola da una delle due parti o da entrambe…), quante single o separate o divorziate o vedove usufruirebbero almeno una tantum dei servizi di un gigolò? Una, due volte all’anno non potrebbero farsi questo regalo, concedersi qualcosa per se stesse? Per sentirsi donne, per sentirsi vive…ma si vergognano, e molte moltissime si rassegnano alla calma piatta, ad una sessualità sepolta, finita, dimenticata.

Non voglio star qui a fare un trattato medico psicologico sull’argomento ma mi chiedo se questi aspetti vengono mai presi in considerazione quando ci si approccia ad una cliente non più giovane. Ma gli uomini non capiscono…non hanno mai capito, e non riusciranno a capire mai. Del resto anche le donne giovani non sono in grado di capire. Finchè non lo provano sulla propria pelle… è così per ogni cosa o situazione della vita. Ho scritto troppo come al solito ed è l’ora della pappa. Ho famissima e un sacco di lavoro da sbrigare.

Bye bye

Manu

E tu cosa ne pensi di questo post?
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
ATTENZIONE - Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito. Grazie Roy
roy contactNon ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.