Si è ciò che si pubblica

Quando si muore

Sono le 11.44 e ho appena fatto colazione. Una volta a settimana, quando posso mi concedo di alzarmi tardi e non avere orari. Dopo anni con i bambino e le loro esigenze...dove non esistevano sabati e domeniche, ancora adesso devo alzarmi alle sei di mattina per timbrare il cartellino...quindi quando posso faccio la pelandrona. Ogni tanto quando mi prendo del tempo mi viene da pensare alla morte. Jo letto anche in libro che parla di vota oltre la morte, dopo che era mancato mio padre.

Sono argomenti che la gente rifugge e che non sono assolutamente adatti ad un blog come questo, dove la gente viene per cercare allegria. Però credo che invece se qualche volta ci ricordassimo della nostra natura mortale, anche la nostra vota assumerebbe contorni diverse e tante cose si cui continuiamo ad accanirci rimarrebbero sullo sfondo. Ieri parlavo in ufficio con una signora, mia coetanea, quando lei all'improvviso ha cominciato a sventagliarsi e a sudare.

Evidentemente in imbarazzo mi ha confessato che sta entrando ine menopausa e che ogni due per tre subisce la tortura di queste scalmane. Ha detto che anche di notte si sveglia fradicia e non riesce a dormire. Confesso che ascoltavo preoccupata perché so che è quello che aspetta anche me tra un po'...dovrò passarci. E intanto mi si è accesa una lampadina: ecco perché i gigolò non hanno clienti dopo i 50.Immagina se nel clou dell'incontro vieni colta da queste vampate...e così le donne si ritirano in se stesse e smettono di essere donne (semmai prima hanno avuto la fortuna di esserlo state, beninteso).

Poi mi ha detto che è ingrassata di 12 kg, e lì sono inorridita. Dopo buttarli giù diventa quasi impossibile per colpa degli ormoni. Mi ha detto che anche mentaente sta cambiando, sta diventando un'altra persona. Un'amica nella stessa situazione sta cadendo in depressione e ha pensieri di morte, mel senso che inizia a rendersi conto che non vivrà altri 50 anni, che per lei sta finendo un ciclo e che non tornerà indietro. A quel punto ero in preda all'angoscia. Ci ho pensato a lungo, ieri e anche oggi. Forse quando accadrà anche a me, presto, dovrò tornare dalla psicologa per farmi aiutare, e spendere ancora un sacco di soldi sperando che serva. Gli uomini non capiscono. Ma nemmeno le donne che non ci sono ancora passate o non ci sono vicino non capiscono.

Ci sono paesi che celebrano o morti con feste sgargianti, i loro cimiteri sono coloratissimi. Il Messico, ad esempio ha questa cultura. Non tutti si accostano a questa esperienza, (l'unica certezza nella vita e l'unica cosa giusta e uguale per tutti è la morte, lei tratta tutti allo stesso modo) con cupezza. Alcuni lo fanno con feste balli danze e allegria. Forse parlarne infonde speranza, può essere? Dicono che nel momento prima della fine tutto ti passa davamti, riesci a ricordare tutto della vita, e come in un caleifoscopio rivivi tutto alla velocitá della luce: una vita intera concentrata nel tempo di un respiro. Oggi il tempo è pessimo. Credo che starò a letto tutta la mattina. Tanto se mi alzo che faccio? Devo pulire la casa, sai che divertimento. Buon sabato a tutti

E tu cosa ne pensi di questo post?
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
ATTENZIONE - Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito. Grazie Roy
roy contactNon ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.