Si è ciò che si pubblica
  • Creato il .

Occhio non vede, cuore non duole...

Eh certo! Avete presente la differenza che passa tra "sapere" ma non vedere, potendo solo vagamente immaginare, e "vedere", essere presenti nell'azione, seppur come semplici spettatori, proiettati sul palcoscenico dove stanno avvenendo i fatti... Sapere diventa vedere attivamente, sentire attivamente. Avete presente di che enorme differenza sia in termini di emozioni? 

Come sapere che in un certo paese c'è stato il terremoto, è differente dal trovarsi lì di notte col letto che balla e il panico che ti avvolge. Non è esattamente la stessa cosa. L'impatto è certamente diverso, credo. Portiamo il discorso empirico e generalizzato nella realtà di questo sociale, di questo mondo di sex workers e "accompagnatori". Giochiamo a ipotizzare, a " far finta di", un po' come i bambini no? Oggi voglio divertirmi a fare un po'... l'avvocato del diavolo.

Alle clienti dei gigolò chiedo: sapete che differenza c'è tra "sapere" che il vostro gigolò, a cui siete tanto affezionate, di cui vi siete prese una cotta, sul quale fantasticate ogni sera , incontra una serie consistente di donne con cui costruisce relazioni più o meno intime e profonde, fino ad arrivare all'amicizia, alla trombamicizia e via dicendo... e vedere questa realtà materializzarsi proprio dal vivo? 

Lo sappiamo... Leggiamo commenti, vediamo video che riportano sì questa realtà stereotipata più o meno abbellita o romanticizzata, però sappiamo che sono video a supporto di un marketing che mira ad invogliare, sappiamo che le attrici sono attrici. Raramente sono clienti e comunque mostrano solo ciò che è sufficiente mostrare per creare nella mente di chi guarda uno scenario desiderabile di un certo tipo.

Cosa accadrebbe però se ad esempio partecipando ad un evento vi ritrovaste per caso di fronte il vostro gigolò che intrattiene amabilmente un'altra cliente con sguardi languidi, carezze e tenere effusioni? Oppure se dalla finestra del vostro hotel, scorgeste (il destino è beffardo talvolta) il vostro gigolò che in un'altra stanza sta "rilassandosi" o divertendosi (fate voi) con la cliente di turno, infondendo al suo "lavoro" (poverino) tanta tanta passionalità e dedizione? Se riusciste a sentire la sua voce impastata e i gemiti di lei? Se riusciste a captare la loro chimica e a penetrare quasi la bolla magica della loro intimitá? 

Siate sincere e fate uno sforzo per immaginare la scena nel modo più reale possibile: cosa provereste? un leggerissimo senso di fastidio? Siamo d'accordo, non c'è nessun coinvolgimento sentimentale con quell'uomo ma non dimenticate che avete avuto con lui incontri intimi molto accesi e intensi, probabilmente anche più di una volta. 

Scoppiereste a ridere? Beate voi...spero non sia una risata isterica. Lo trovereste divertente? Eccitante? Non so, ogni mente è un luogo misterioso e insondabile...tutto può essere.

MaNu

E tu cosa ne pensi di questo post?

Se ci stai pensando... hai già deciso.

Non ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.
Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito.