Si è ciò che si pubblica

Gigolò (Accompagnatore per donne) o siti di incontri?

Mi è stato consigliato di lasciar perdere i gigolò e attaccare con i siti di incontri. Quali sono i pro e i contro dell'una e dell'alta scelta? Tempo fa avevo già provato ad iscrivermi ad uno di questi siti e ad incontrare un tot di uomini per un caffè conoscitivo (e nient'altro). Incontri che mi hanno fatta cadere nello sconforto più assoluto. Naturalmente prima c'era stata tutta una chat durata settimane, ma dalle chat non ci si può fare che un'idea vaga, non serve a tanto, secondo me. Certo, magari da lì una donna può fare una prima scrematura. Ho sentito anche qualcuno al telefono, prima di incontrarli.

Purtroppo molti sono restii a mettere foto e se le mettono sono davvero poco visibili. Poi li incontri e ...che delusione!  Non parlo solo dell'aspetto fisico. Cosa ho pensato? "Non ce la posso fare, non è questo quello che cerco, non voglio cadere dalla padella nella brace". Non so, sarò stata sfortunata io. Mettiamola così. Non posso perdere tempo così, è penoso. Sono una donna sposata e una mamma. Cosa puoi trovare' solo storie squallide. Cosa vuoi cercare? Cerchiamo di salvaguardare un minimo di dignità. Sono una donna stra adulta...matura...quasi passa, come l'uvwtta. Non una giovane fringuella. Questi sono giochi da giovani fringuelle.

Queste le mie considerazioni personali estrapolate da tale deludente esperienza. Accantonati i siti di incontri, che mi fanno tristezza, passiamo ai gigolò accompagnatori per donne. I gigolò sono professionisti che offrono dei servizi e per tali servizi si fanno pagare una cifra concordata anticipatamente. Già qui, detta così, non è molto accattivante come scelta. Intanto devi tirar fuori una cifra importante, ma del resto uno campa su quel lavoro, mica fa beneficenza, è ovvio che qualsiasi lavoro va pagato. Pare, così come si è largamente discusso su questo e altri siti, che questa visione, giustamente realistica, contempli logicamente l'assenza di emozioni da parte del professionista e peraltro, anche da parte della cliente.

Non mi sono mai spiegata come faccia una donna, consapevole che l'incontro è un contratto e che non ci sono emozioni, a trovarci una situazione di eros, eccitazione, feeling, complicità, quando è logico che in un contratto del genere non sono contemplate. Mi dispiace ma io non ci riesco. Non posso provare nulla, se so già che dall'altra parte c'è il vuoto assoluto. Se percepisco almeno un interesse nel conoscermi come persona, una curiosità nei miei confronti, un sorriso sincero, voglia di giocare e sperimentarsi l'un l'altro sul piano fisico e mentale (lasciamo perdere i sentimenti che in questo mondo sono tabù, sono un'aberrazione, una bestemmia da non pronunciare e non pensare nemmeno pena la lapidazione virtuale istantanea) allora forse, chissà, c'è una remota possibilità che ne ricavi qualcosa di buono in termini fisici ma anche di benessere emotivo. Se c'è la volontà di mantenere un distacco totale da fornitore di servizi...no.

Ritengo che questo mestiere, sia così complesso, particolare, delicato, dato che spesso va a toccare situazioni di fragilità e a "scardinare" le anime delle persone (lo sa bene il nostro "Scardinatore di Anime" come sì è definito in una descrizione nel suo sito), da non poter essere paragonato superficialmente e con faciloneria a un qualsiasi altro scambio commerciale tra parte venditrice e parte acquirente. La situazione che si viene a creare è molto più complessa, e lo sanno bene coloro che sanno per esperienza cosa significa uscire con un gigolò perché l'hanno provato sulla propria pelle. Nel bene o nel male è un'esperienza che lascia un segno profondo e indelebile, sempre. Perché qualcosa che vuoi chiamare emozione, o solo sensazione, c'è sempre. Un interscambio tra due persone c'è sempre. Poi, quello che avviene dopo...non so. Certo, è una scelta coraggiosa perché è anche una scelta pericolosa, può esserlo. 

Gestirla nel modo corretto non è da tutti, non tutte le donne sono così abili, smaliziate ed esperte da avere sviluppato tali capacità. L'età non c'entra, c'entra la formazione mentale di base. E quindi? Dopo aver lottato e perso, nel tentativo di portare la mia visione e il mio vissuto anche in termini di emozioni (che non sono state accettate perché subito mi è stato intimato l'alt tipo posto di blocco dicendomi "tu non vai bene, non sei idonea all'esperienza" il che equivale a "rassegnati e resta al tuo posto, continua a fare la brava casalinga parte time timorosa di Dio e la brava moglie sottomessa, oppure separati - con tutti gli annessi e connessi - ma niente gigolò)... che faccio? Sono passata all'azione su vari fronti. Perché basta lamentarmi. La lamentela è ...mi fa schifo. È controproducente, sbagliata, mi fa diventare come non voglio essere. Sono passata all'azione su diversi fronti. Tanto per cominciare, se vedo commenti firmati Mimma passo oltre, li salto a pie pari. Hop! Un bel saltino. Idem se vedo un anonimo che insulta. Poveretto... Pensa di farmi male? Non ha più questo potere. Ho visto cose che voi umani non potete immaginare (cit. Blade Runner). 

Ora...se mi dovessi iscrivere a un sito di incontri (riprovandoci con poca convinzione ma...hai visto mai...) per una cinquantenne sposata come me, che preferisce uomini più giovani e aborrisce quelli più vecchi e coetanei - de gustibus, ho le mie buone ragioni - cosa può essere meglio, il sito cougaritalia o incontri extraconiugali? Perché sul primo ci sono donne mature che incontrano uomini più giovani ma hanno caratteristiche che io non possiedo (leggendo la descrizione sul sito di cos'è una cougar... affascinante, ammaliatrice ecc... -ma dove ??? Io sono una povera imbranata insicura, suvvia- e inoltre mi par di capire che son tutte libere e single). L'altro - incontri extraconiugali- mi sa che ci vanno i vecchi porcelloni sbavanti con l'intento di portati a letto alla prima chat di contatto. Vogliono fare le cose porcelle senza un minimo di eleganza e di classe. Come animali in un recinto. E tu sei la vacca da monta. Ma stiamo scherzando? 

Sono molto depressa. Non la vedo bene per niente...ormai mi sono fatta un'idea anche di questi siti deprimenti pieni di depravati e di disperati alla ricerca di compagnia. Cadrei troppo in basso, troppo. Peggio che uscire con un gigolò. Colpa di questa società e del web. Una volta le donne si trovavano l'amante in giro, negli ambienti che frequentavano, per caso, in modo naturale e spontaneo. E la cosa seguiva il suo corso: conoscenza, approccio, frequentazione, e magari scattava la scintilla della perdizione. Ora dobbiamo affidarci al web. A questi siti inaffidabili dove si iscrivono cani e porci e ai loro modelli di compatibilità che ti cercano tra gli iscritti quelli compatibili con te. Allucinante. Siamo alla frutta.

Oppure, per maggior tutela e un servizio di qualità di tutt'altro genere, ma a tempo rigorosamente determinato, dobbiamo spalancare il portafoglio e affidarci ad uno di questi gigolò professionisti sperando di essere "compatibili" e di non rovinare tutto con i nostri timori e la nostra emotività squilibrata. E questa è solo una riflessione parziali sul mondo delle relazioni, o di un certo tipo di relazioni. Poi non tutto è da buttare, tra gli esseri umani nascono spontaneamente anche relazioni positive, succede. Ma insomma, c'è anche questo lato nascosto della medaglia. Sarebbe il caso di vederlo.

E tu cosa ne pensi di questo post?
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
ATTENZIONE - Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito. Grazie Roy
roy contactNon ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.