Si è ciò che si pubblica

Come contattare un gigolo

Ogni donna che contatta un gigolo è spinta almeno da un bisogno che sente e vive come primario, in quel periodo della sua vita. Può essere di sesso, compagnia, persino affetto. Magari deve confidare qualcosa di inconfessabile e non ha nessuno con cui farlo, non può farlo con le persone che conosce perché sa che non accetterebbero questa sua confidenza e allora si appoggia a un gigolò. Ci sono mille necessità dell'anima, mille sfumature in una donna che poi va a scegliere questo tipo di esperienza. Ma questo si è detto più volte, lo sappiamo bene.

Anch'io da tempo pensavo di contattare nuovamente un gigolò. Non necessariamente Roy, perché con Roy mi viene difficile, sebbene sarebbe forse meglio lui per mettere fine alla mia parte tormentata e fare pace col passato, con il periodo di depressione e malattia famigliare, lutto, crisi personale ecc...che ho vissuto e sofferto in mezzo a voi durante questi anni e che lui ha avuto diciamo, un po' la pazienza di sopportare senza estrometterli anche dal blog. Forse ha capito che avevo bisogno di questo sfogo, forse gli faceva in parte comodo che movimentassi il blog con i miei scoppi emotivi. Di fatto non lo so. Di fatto in questo momento sto vagliando un'alternativa come molte di voi mi hanno consigliato.

Però pensando ai bisogni di una donna io non ho bisogni in questo momento. Se non il bisogno di sospendere il tempo in un momento di silenzio che duri all'infinito. Non provo interesse e sento che se mi approcciarsi a un incontro lo farei senza convinzione e senza entusiasmo. Mi sento morta dentro, e non è un bel biglietto da visita per presentarsi di fronte ad un uomo, seppur prezzolato. Butteri i miei soldi, annoierei il malcapitato che mi lascerebbe scoglionato ringraziando che il tempo con me sia finito e...non ho niente da dire in un incontro al buio perché penso "tutto quello che dirai potrebbe essere usato contro di te" quante volte mi è successo ultimamente in questo mondo virtuale?

Non potrei farci sesso, perché non provo attrazione, non provo interesse, non più, e mi sento ancora più insicura di quando ho iniziato questa avventura nel mondo degli Accompagnatori, ben più di cinque anni fa. A letto sarei un'ameba perché non sento di avere la possibilità di lasciarmi andare nemmeno a un minimo di emozione mentale, animale, che mi consenta delle sensazioni a cui possa dare un valore positivo o piacevole. Mi sento un cadavere a sangue freddo. Ieri è accaduto qualcosa di molto brutto che non mi consente più di affermare: sono responsabile di ciò che scrivo.

Non ho più un'identità sicura e quindi non posso più commentare col mio nome. Era già successo in passato e mi ero arrabbiata ma mai così. La persona che ha voluto colpirmi stavolta ha usato parole mie pescando le negli archivi del passato e lo ha fatto non per fare uno scherzo ma con la chiara intenzione di danneggiarsi. Non chiedo aiuto o supporto su questa cosa. So che ci sono donne che appena vengono additate come presunte fidanzate o qualcuna le canzona o le punzecchia per qualcosa, alzano il telefono e corrono da Roy a lamentarsi finché lui non interviene in loro difesa spalleggiandole a spada tratta. Io ho avvisato Roy dell'accaduto solo per metterlo giustamente al corrente, ma me la vedo da sola perché so che tanto per me non alzerebbe un dito.

Non l'ha mai fatto in questi anni di insulti vari anche molto pesanti, né quando qualcuno mi ha minacciata apertamente (anonimi e una commentatrice di cui non faccio il nome), ne quando sono stata vittima di abusi psicologici di vario genere. Non valgo tanto da scomodarsi, io. E nemmeno chiedo a nessuno di mettere una parola sola a mio favore. Chi è causa del suo mal pianga se stesso e ben gli sta. Pagherà lo scotto a vita. Questa è la dura legge del blog. 

Comunque me la vedo da sola come ho sempre fatto nella vita , senza chiedere l'aiuto di nessuno tanto è inutile, nessuno mi ascolterebbe e sono stanca di elemosinare. Volevo solo giustificare il fatto che non vedrete più il mio nome nei commenti e non potrò più interagire con voi. È l'unico modo che ho per difendermi dalla persona che mi ha rubato l'identità e che ora gira sui social spacciandosi per me e buttandomi addosso merda. Postero qualche articolo sul social ogni tanto ma purtroppo non potrò più rispondervi. Se vedete un commento col mio nome non sono io ma la persona abusiva. Vi ringrazio per l'attenzione e mi dispiace tanto ma questa volta non è una scelta, sono costretta a fare così. Bye bye e buon proseguimento.

Manu (quella vera)

E tu cosa ne pensi di questo post?
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
ATTENZIONE - Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito. Grazie Roy
roy contactNon ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.