Si è ciò che si pubblica

La merenda di "wonder woman" - la parodia

Continuano le mie sedute in palestra. Imperterrita nonostante il caldo, la casa che cammina da sola, le esigenze di mamma (più che dei figli già grandicelli) e nonostante mi sembri di non aver perso nemmeno un grammo...Ma non importa! Proseguiamo lo stesso. Abbiamo un obiettivo? Ebbene lo raggiungeremo a costo di sputare sangue, o moriremo da eroi nel tentativo!

Però non basta la palestra per rimettersi in (pseudo) forma. Ci vuole un regime alimentare confacente considerando età, ormoni in agonia, stato di forma pessimo e via dicendo. Per metter su massa muscolare, che i muscoli poi si magnano la ciccia aiutandoci nella riqualificazione e/o rassodamento corporeo (insomma il rapporto tra ciccia e muscoli deve cambiare) servono le proteine. E un sacco di altre cose. Pare non si debba eliminare veramente nulla ma ricalibrare quantità, combinazioni , momenti in cui mangiare...sono un disastro. Non capisco niente di scienza alimentare.

Ho capito che devo fare 5 pasti, per non addormentare il metabolismo. Così mi sono portata una banana in palestra con l'intenzione di mangiarmela subito dopo l'allenamento. Beh, che c'è di male? La banana è ricca di potassio, è perfetta... No?? 

Me ne ero quasi dimenticata. Uscita dalla palestra stavo per sfoderare la mia banana passando in mezzo a un gruppo di ragazzotto muscolosi e tatuati che discutevano se era meglio la canotta o la maglietta aderente per mettere in risalto i muscoli definiti... Beata gioventù! Questi giovani palestra ti sono di un vanitoso peggio delle donne. 

Comunque ho immaginato la scena se proprio in quel mentre avessi iniziato a sbucciare e ad addentare la mia banana. 

Non era proprio il caso. Così ho aspettato una manciata di minuti in più. E me la sono mangiata nel parcheggio in barba ai passanti. Che mi frega? Mi sentivo un pochino imbarazzata ma almeno avevo superato l'Orda di bicipiti all'uscita. Ho girato come una scema cercando un cestino per buttarci la buccia. Inutilmente. Perché non forniscono i parcheggi di cestini per l'immondizia? Ho dovuto portarmela a casa. 

Non è una gran storia, ma la vita è così, non è fatta normalmente di grandi storie interessanti, ma di banalissime storie quotidiane, dozzinali, noiose. 

L'importante è trovare un motivo almeno al giorno per sorridere.

Io sto allenandosi a trovarlo, perché guardandomi allo specchio ho notato che somigliò ad un vecchio bulldog con le guance cadenti e gli angoli della bocca all'ingiù. È la forma che prende il viso invecchiando. Si accentuano le rughe d'espressione e via dicendo. Chi ride sempre come Roy ha le zampe di gallina, io non ne ho nemmeno l'ombra. Però ho due solchi tra le sopracciglia e le guance cadenti da bulldog. Forse è tardi, ma per contrastare anni di espressioni serie cerco di sorridere. Chissà se funziona un pochino. Ridere di gusto? Non ricordo più quando è stata l'ultima volta. Non penso che riuscirei ancora. Forse non sono più capace. Però... Andiamo avanti!

Bye Manu

E tu cosa ne pensi di questo post?
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
ATTENZIONE - Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito. Grazie Roy
roy contactNon ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.