Si è ciò che si pubblica

Darla o no?

Darla è una cosa bella e giusta. Forse bisognerebbe cominciare a capire questa cosa molto semplice. E se non c’e un seguito pazienza. Non è che si consuma, una lavata e un’asciugata e torna come nuova. E' il commento di un utente anonimo a un post di qualche giorno fa. Uomo, sicuramente, dal tono. Avrà mica ragione?

In effetti, da quello che vedo intorno a me, noi donne siamo mediamente piuttosto restie a mollarla. La tiriamo all'infinito, io vorrei non vorrei ma se vuoi, no io mai la prima sera!, ma stiamo scherzando, non sono quel tipo di donna. Quale tipo, esattamente? La puttana, la zoccola? Quelle che la danno per il puro piacere di darla sono notoriamente zoccole. Donne senza morale.

Perché il nodo è tutto lì. Se vai a letto con uno, a pagamento o no, solo perché ne hai voglia e senza star troppo a girarci intorno, sei una zoccola (e quindi una brutta persona). Se invece vai a letto con uno, ma dopo secoli di corteggiamento, bevendoti le probabili mille bugie che ti rifila al solo scopo di infilarsi nelle tue mutande, ripetendo a te stessa che "forse è quello giusto", e che in fondo ne hai diritto perché sei tanto triste e sola e trascurata, e poi quando sei lì fai finta di esserci capitata per caso e proprio non te lo aspettavi... il finale è sempre in camera da letto, però per il mondo sei una brava ragazza. Certo forse un po' ingenua, poverina, ma romantica, sensibile, insomma una principessa. Non una zoccola come quella di prima, che con una chiacchierata, quattro risate e un Martini l'ha mollata subito. 

Persino le clienti dei gigolo, a quanto pare, hanno spesso bisogno del paravento di un problema, di una crisi, di un disagio, di una ferita da lenire o di un vuoto da colmare per decidere di fare il numero di quel bonazzo che già dalle foto fa azzerare la salivazione. Come se questa non fosse già una ragione sufficiente. 

Che poi questo fatto manda puntualmente in corto circuito tutto il sistema. Da un lato, le donne che se la tengono ben stretta, manco ce l'avessero d'oro, e quindi frustrate. Dall'altro, gli uomini, per i quali la conquista è più ardua che la scalata dell'Everest, che tirano fuori il peggio di sé. E frustrati. Una donna dovrebbe poter telefonare a un uomo dicendogli: "Ho voglia di stare con te, ci vediamo stasera?" senza per questo essere considerata una puttana. Un uomo dovrebbe poter dire: "Mi piaci, ma voglio solo sesso" senza essere automaticamente etichettato come un verme. Una donna dovrebbe poter dire: "Senti, non mi interessi più" senza per questo venire insultata o peggio aggredita. Un uomo dovrebbe poter dire: "Senti, non mi piaci abbastanza" senza che la donna che gli sta di fronte finisca in analisi. 

Insomma, chi ci guadagna da questo modus tutto italiano di vivere le relazioni uomo-donna, fatto di convenzioni anacronistiche, ruoli rigidi e regole non scritte? Nessuno. E' tutto molto semplice, potrebbe essere tutto molto semplice, se solo ci guardassimo allo specchio con sincerità.

Mogliettina

 

E tu cosa ne pensi di questo post?
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
ATTENZIONE - Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito. Grazie Roy
roy contactNon ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.