Si è ciò che si pubblica

Ma in fondo...un gigolò può avere un'utilità o è solo un capriccio?

Non lo dovevo scrivere questo, perché non voglio postare più niente e rispondere più a nessuno. Forse Roy questo se lo vorrà leggere. Valutando che è stata l'influenza e i condizionamenti delle persone del blog a far si, facendo breccia sulle mie insicurezze, a far si che non contattassi seriamente più nè Roy nè nessun altro gigolò... Ho scritto che non ne voglio più sapere di sesso. In realtà sono qui che friggo e sto male da anni. Ma stringo i denti da anni e sto male. Non solo per questioni legate al sesso, alle sensazioni e alle emozioni anche di "affettività" che si porta dietro, che sia pur momentanea, di benessere... Ma voglio tornarci dopo. 

Ho scritto "voglio dimenticarmi di essere una donna". Sono parole forti, che fanno male nel momento stesso in cui attraversano il cervello. Sono pensieri che chiudono lo stomaco e il cuore, pensieri di rifiuto, pensieri contrari alla vita.Sono pensieri di una persona ferita in diverse occasioni e che... cerca disperatamente il modo per non soffrire più. Quindi rifiuta. Però la vita è più forte di qualsiasi pensiero negativo e la luce che ognuno di noi ha dentro è una luce che niente e nessuno riuscirà mai a spegnere. Il corpo avvizzisce e muore, ma l'anima è luce, è senza età e senza tempo. Lei se ne frega dei nostri pensieri, delle nostre paure, di chi nasconde e cerca di evitare...l'inevitabile. 

Così accade che dopo aver giurato a me stessa che mai e poi mai metterò naso in questo mondo di sesso a pagamento, e MAI vorrò sentir parlare di sesso, che lo chiudere fuori dalla mia vita, che il prossimo uomo che osasse avvicinarsi e rivolgermi la parola gli sputo in faccia e la prossima " so tutto io" che mi da consigli non richiesti la sbrano in diretta....dopo aver sbattuto il cellulare nel cassetto più scomodo e aver dormito un cazzo, rigirandomi come una cotoletta tutta la notte con lo stomaco e il cuore aggrovigliati da un nodo e la mente funestata da pensieri ossessivi e oscuri... Alla fine cedo al sonno e cosa succede? Nella semincoscienza che precede il risveglio mi tocco e nugolo, mentre nella mia mente scorrono immagini di me e Royberto che facciamo cose turche tutti sudati. Cazzo, cazzo, cazzo! Mi sveglio tra il sorpreso e l'incazzato. Che storia è mai questa? 

Appena ho un minuto di noia mi trovo a digitare il portale e scandagliare i profili di alcuni gigolò. A leggere la loro agenda, leggere le recensioni. Mi accorgo che le domande che si fanno le clienti, e le donne in generale, sono sempre le stesse. Le risposte dei gigolò (quelli che ci sanno un po' fare) anche. Alcuni hanno un bel po' di recensioni e nulla mi fa ritenere che siano false anzi...e anche un discreto piano di incontri. C'è chi è impegnato no stop per 15 giorni di seguito...ammazza...va bene che sono giovani e pieni di testosterone, ma come faranno? 

Comunque la cosa che mi infastidisce al cubo è ritrovarsi ancora avvolta da questo pantano. Possibile? Dov'è la mia forza di volontà? Davvero sono così debole e priva di dignità personale? Accidenti, dovrei prendere una decisione drastica, definitiva, granitica, e portarla a compimento senza girarmi indietro, senza scivoloni. Cos'è questa forza opposta e contraria che me lo impedisce? Ha a che vedere col fermento che mi ribolle dentro e risale dalle mie parti basse? Sono una persona con una logica, del buonsenso, dei valori...non un animaletto in calore! 

Ormai non so più come fare. Mi sento tirata un po' da una parte, un po' dall'altra. Curiosando questi gigolò in erba e leggendo mi sono sorpresa a pensare " mmm...però! Carino questo! Stuzzicante questo!" E no eh !!! Dove siamo, al mercato del pesce? Non è da me. No no e poi no. Che poi finisco per guardarmi e fantasticare, mi fermo lì. Senza prendere e agire. Perché ho paura che sarà un disastro. E allora forse è meglio sognare un epilogo felice, perché i sogni li controllo io , la realtà no. La realtà mi fa paura. Meglio non fare il passo e passare all'azione. Mai cercare di trasformare un desiderio in realtà... È molto pericoloso. Ci sono un sacco di variabili impreviste che come ostacoli sono messe li per farci scivolare come sulla fatidica buccia di banana...con effetti spaventosi. 

Sono molto guardinga ora. Molto. Molto più di prima. Ma è una vita intera di insoddisfazione che mi fa friggere (a livello fisico o mentale? Entrambi). È un continuo desiderio/rifiuto che se ci penso mi fa star male. Allora cerco di lobotomizzarmi e non pensarci. Magari riesco a distrarmi per mezza giornata ma non di più. Sono queste, le fiamme dell'Inferno. Ma allora, a cosa serve un gigolò? A volte penso che serva, alcune dicono di si. A volte penso che sia poco utile,csia solo il capriccio di qualche donna...che non deve essere necessariamente straricca. Ci sono così tante sfaccettature in questa realtà, in queste relazioni tra i gigolò e le loro clienti...così tanti perché nascosti, così tante storie ai limiti dell'incredibile.. 

Io ancora non lo so. Ho branco lato per quattro anni su un blog senza trovare risposte soddisfacenti per me. Senza trovare una soluzione ai miei problemi, ai miei perché. Forse dovevo chiedere all'uomo, non al blog. Forse dovevo darmi io le risposte senza farmi condizionare da un blog e dalle mille controverse opinioni. Perché ognuno di noi è un'isola, con le sue necessità, i suoi difetti, le sue virtù, le sue caratteristiche uniche, simili ad altre ma diversa. 

Questo almeno l'ho imparato. Adesso si apre un grosso punto di domanda. Mi prendo una pausa di riflessione, dove cercare di rimettere insieme i pezzi, che mi sento frantumata come se mi fosse passato sopra un bulldozer. Poi boh. Cercherò di capire cosa dice la mia anima, il mio SE' , che solo quello devo ascoltare. Noi donne nei tempi antichi sapevamo sempre cosa fare. Avevamo questa sapienza, questa conoscenza profonda che chiamavamo "sesto senso". Adesso abbiamo perso la capacità di " sentirlo", di ascoltarlo, di fidarc di lui. 

Eppure...Ecco perché ci sono tanti malesseri, tanti tormenti dell'anima. Sarebbe semplice, ma lo trasformiamo in una cosa complicatissima senza nemmeno sapere come, perché...

Fine.

P.s: Roy sei il solito Pinocchietto: il tuo amico Patrick non è iscritto nel tuo portale. L'ho cercato e non c'è. Mossa di Marketing anche questa?

Distinti saluti e ossequi.

Manu

E tu cosa ne pensi di questo post?
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
Contattami ora
Se ci stai pensando... hai già deciso
 
ATTENZIONE - Se non ricevi una risposta entro 12 ore probabilmente hai scritto la tua email in modo errato, ricontattami subito. Grazie Roy
roy contactNon ricevo, ma con preavviso possiamo incontrarci al tuo domicilio o presso il tuo hotel con la massima riservatezza.

Chiamami, ti darò tutte le informazioni e valuteremo insieme le tue fantasie e desideri.